RIFIUTI

Piano Di Sacco, il sindaco Florindi: «mai nascosto nulla»

«Massima trasparenza»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2228

Gabriele Florindi

Gabriele Florindi




CITTA’ SANT’ANGELO. «Lavoriamo nella massima trasparenza e con l’obiettivo di dare a tutti i cittadini le informazioni nel modo più chiaro e pertinente».
E’ chiaro il primo cittadino Gabriele Florindi che assicura «teniamo sempre al primo posto, oggi come ieri, la tutela paesaggistica ambientale di Piano di Sacco e la salute degli angolani. Con questo in mente abbiamo partecipato a tutte le riunioni del Comitato Via (valutazione impatto ambientale) e in ogni sede presentato le nostre considerazioni».
In questi giorni i cittadini sono in allarme per l’apertura di un cantiere dove sorgerà la "piattaforma di trattamento e il recupero di sedimenti di dragaggio fluviali e marino costieri. Giovedì scorso in Comune è arrivata la notificato che la Regione ha rilasciato un'autorizzazione per la realizzazione di questo impianto.
il sito prescelto, di circa 60 mila metri quadri, è stato individuato proprio nella zona industriale di Piana di Sacco nel comune di Città Sant’Angelo, avrebbe idonei requisiti dimensionali e di urbanizzazione per il posizionamento della piattaforma trattamento sedimenti.
Ma nelle ultime ore si è discusso molto anche delle aziende che si occupano di gestione dei rifiuti a Piano di Sacco.
Il sindaco utilizza lo spazio del blog istituzionale http://www.comune.cittasantangelo.pe.it/blog/ per evidenziare che «è stata data ampia pubblicità» alla presenza di richieste – da parte di aziende che lavorano nel settore dei rifiuti, compresa Nicolaj- per ottenere un sito a Piano di Sacco. «Mai la mia amministrazione, su questa come su altre questioni, ha cercato di tenere all’oscuro i cittadini o il Consiglio comunale».
«Non posso certo informare i cittadini porta a porta, o inviare ogni volta una lettera cartacea a tutti gli angolani: questo genere di comunicazioni hanno un costo troppo elevato e le risorse sono quelle che sono. Per questo abbiamo attivato il servizio newsletter e, tramite email, diamo comunicazione ai cittadini e alla stampa sulle nostre iniziative. Segnalando anche quando c’è un messaggio sul blog di interesse collettivo.
La stampa, liberamente, sceglie se dedicare o meno spazio a quello che dico: ma questo non dipende di certo dalla mia amministrazione».