VASTO

Energia: no a biomasse, documento bipartisan a Vasto

Lo ha stabilito il Consiglio comunale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1182

Energia: no a biomasse, documento bipartisan a Vasto
VASTO. E' un no condiviso, formalizzato in due documenti dal Consiglio comunale di Vasto per sottolineare la contrarietà all'insediamento delle centrali a biomasse.

Le strutture sono previste nell'area industriale di Punta Penna, a ridosso della riserva naturale di Punta Aderci. La riunione dei capigruppo consiliari ha permesso di formalizzare i due provvedimenti poi votati in aula all'unanimità. Il primo è indirizzato al Tar Abruzzo, in vista dell'udienza in calendario per il 22 marzo nella quale è prevista la discussione sul ricorso del Wwf e del Comune di Vasto contro l'autorizzazione regionale rilasciata alla 'Istonia Energy' per l'insediamento di un impianto da 4MW nell'area industriale portuale.
Un secondo provvedimento è destinato alla Regione Abruzzo con il quale il Consiglio comunale evidenzia la propria contrarietà alla realizzazione della centrale a biomasse da 17MW su iniziativa della 'Puccioni spa' e impegna il sindaco a esprimere parere negativo in sede di conferenza di servizi.
Il Consiglio comunale ha annunciato che si rivolgerà alla Regione Abruzzo e alla Provincia di Chieti perché approvino una nuova pianificazione della zona industriale di Punta Penna, con la revisione del Piano delle attività produttive. «Il Comune di Vasto - si legge in una nota - si farà carico di convocare in tempi brevissimi un incontro al fine di avviare l'aggiornamento di tale importante strumento di pianificazione, facendo appello ai consiglieri regionali e provinciali del territorio affinché tale proposta trovi la condivisione delle amministrazioni attive regionale e provinciale».
Finalmente il Consiglio ha indotto l’amministrazione comunale a rivedere le precedenti decisioni da cui era scaturita la lunga querelle che tanto ha preoccupato la cittadinanza vastese», commentano Massimo Desiato e Andrea Bischia del gruppo consiliare “Progetto per Vasto”. «Un risultato che sarebbe stato possibile raggiungere da tempo se solo non si fosse perpetuata la strenua difesa del parere favorevole, espresso da parte del sindaco, nella prima Conferenza di Servizio che ha autorizzò l’insediamento della Energy – biomasse».
Il tema delle centrali a biomasse ha spinto anche il Comitato cittadino per la tutela del territorio ad organizzare il 31 marzo una manifestazione contro gli impianti.
I progetti contestati nell’area Punta Penna da alcuni ambientalisti sono quelli della Puccioni spa
per i quali è in corso la procedura di autorizzazione (la grande centrale a biomasse da 17 MW, e l’ impianto chimico per la produzione di prodotti fertilizzanti e di rigenerazione di acido cloridrico a partire da acque di decapaggio costituite da rifiuti pericolosi) ed il noto progetto della centrale a biomasse della Istonia Energy.