IN PISCINA

Pallanuoto. Weekend nero per il Pescara maschile e femminile: no promozione

Le donne sconfitte in A2. I maschi in Serie B

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

27

Pallanuoto. Weekend nero per il Pescara maschile e femminile: no promozione

PESCARA. Niente da fare per la Original Marines donne, nella finale play-off di serie A2. Sconfitta piuttosto netta, complice la stanchezza accumulata in questo lungo tour de force di fine stagione, e addio promozione. Nella massima serie ci va il Bologna, che ha vinto per 15-5 in una decisiva gara-3 praticamente senza storia.

Già dal primo periodo, si era capito che qualcosa non andava per il verso giusto tra le ragazze di Paolo Ragosa: 5-0.

Un piccolo riscatto nel secondo (parziale di 2-2), con il 13-5 alla fine del terzo tempo.

Per poi arrivare alla chiusura fissata sul 15-5.

Una gara strana, che le pescaresi di fatto quasi non hanno giocato, pur essendo praticamente al completo, ma è chiaro che la condizione fisica risulta determinante quando si è alla fine di un'annata. Senza considerare comunque la forza del Bologna, che aveva già vinto la prima con un vantaggio di cinque lunghezze e aveva perso la seconda a Pescara ai rigori.

Resta la soddisfazione di aver consacrato all'attenzione generale alcune pallanuotiste locali che sono sempre più sotto la lente di ingrandimento delle nazionali, e di squadre prestigiose.

Il direttore sportivo Tommaso Cianfrone è obiettivo come sempre: "Bisogna dire solo grazie a queste ragazze. Hanno portato avanti un campionato eccezionale, hanno superato difficoltà e avversarie molto forti, ma è chiaro che in questi spareggi così lunghi viene premiata solo una squadra, in questo caso il Bologna. Siamo davvero molto soddisfatti della stagione, ma è chiaro che questo week end ci lascia un po' amareggiati".

Amareggiati e anche storditi, visto che appena 24 ore addietro la Original Marines aveva perso anche lo spareggio play-off di B maschile, con i ragazzi di Franco Di Fulvio battuti a Napoli dopo i rigori a oltranza e dopo aver sfiorato in più circostanze il gol che avrebbe significato promozione.

Si va avanti.

Ora resta aperta la finestra sul campionato nazionale Under 17 maschile. Il Pescara di Cianfrone parteciperà alle fasi finali previste per fine giugno, esattamente nei giorni 28-29.

SFUMA ANCHE LA PROMOZIONE DELLA MASCHILE DALLA SERIE B

Beffa atroce, lo sport sa anche essere crudele, ma quando in acqua si dà tutto la coscienza è pulita. E la Original Marines ha dato davvero il massimo, ma non è bastato, occorreva anche un po' di buona sorte nella piscina dell'Aqavion Napoli, gara decisiva per i play-off di B.
Una partita scandita dai quattro tempi: 0-1, 1-1, 2-3, 4-4!
E poi i rigori.
Una vera e propria sofferenza, al termine di una partita eccezionale per intensità e grinta, una vera finale play-off per accedere alla serie A2 maschile di pallanuoto.
Equilibrio notevole in acqua, e clima incandescente dentro e fuori, con un tifo a dir poco accalorato sugli spalti.
C'era da aspettarselo.
Il Pescara ha lottato come meglio non avrebbe potuto, ha dato fondo a tutte le sue energie psico-fisiche, al termine di una stagione molto lunga e comunque avvincente.
Bravo il coach Franco Di Fulvio a cercare di tirare fuori il meglio da ciascun giocatore a sua disposizione.
Dopo i tempi supplementari, ecco i rigori e poi anche i rigori a oltranza, fino al 10-9 "maledetto".