A TUTTO GAS

Gas di Bomba, riaperta la procedura. Mazzocca contro Ministero

La società si è trasformata da spa a srl: «verificata la capacità tecnico-finanziaria?»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

153

Petrolio e poltrone: caso Mazzocca verso la decisione finale

Mario Mazzocca

ABRUZZO. Il Ministero dell’Ambiente, senza alcun tipo di interlocuzione con la Regione (la nomina al VIA nazionale del Direttore Arta Francesco Chiavaroli è ancora in attesa del decreto di Galletti) ha riaperto le procedure e disposto il riavvio dell’istruttoria tecnica del progetto di estrazione gas "Colle Santo" di Bomba.

Ad annunciarlo il sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca. La procedura comprende anche la fase di “informazione pubblica” e di presentazione delle eventuali osservazioni da parte delle amministrazioni pubbliche (il progetto riguarda i Comuni di Perano, Roccascalegna, Atessa, Pennadomo, Paglieta, Torricella Peligna, Colledimezzo, Altino, Villa Santa Maria, Archi, Bomba), delle associazioni e dei singoli cittadini.

«Da una rapidissima lettura mi sembra che ancora non siano state superate le obiezioni che avevano portato non solo la Regione Abruzzo, ma anche il Consiglio di Stato, a bocciare l’intervento nonostante i ripetuti tentativi di attuarlo messi in atto negli anni scorsi», fa notare Mazzocca.

La scadenza della presentazione delle osservazioni, anche per la Regione Abruzzo (non essendo ancora disposta la sua partecipazione alle riunioni tecniche preliminari alla seduta del Comitato VIA-VAS Nazionale) è fissata per il giorno 24 gennaio 2018.

«Un modo di agire, quello del Ministero dell'Ambiente, che ormai non ci stupisce più», contesta Mazzocca, «riaprire un procedimento così complesso come quello in questione (secondo noi illegittimamente), con la storia anche giudiziaria che lo ha caratterizzato, a cavallo delle festività natalizie, equivale ad una mezza ammissione di dubbia imparzialità della Pubblica Amministrazione».

Per sostanziare al meglio ed in tempo utile un corpo di osservazioni onnicomprensivo di tutte le questioni di cui la tematica si compone, Mazzocca sta convocando in queste ore un incontro con tutti i portatori di interesse da tenere nei prossimi giorni.

La riunione sarà preceduta dall’avvio dell’istruttoria tecnica.

Intanto è già stata disposta una riunione del CCR-VIA per l’espressione di un proprio parere da sottoporre all'approvazione da parte della Giunta Regionale.

«Stiamo, dunque, preparando un'ulteriore proposta di deliberazione di approvazione dell’istruttoria tecnica e con relativa delega all'inoltro al Comitato VIA Nazionale», aggiunge il sottosegretario.

«Visti i tempi tecnici occorrenti, stante l'ormai prossimo periodo di festività, tutto dovrà essere completato entro la metà di gennaio».



E’ STATA VALUTATA LA CAPACITA’ TECNICO FINANZIARIA?

Intanto Forum H2O, Stazione ornitologica abruzzese onlus e Nuovo senso civico onlus spiegano che la società CMI Energia, che ha proposto il nuovo progetto per l'estrazione di gas a Bomba, si è trasformata da S.P.A. a S.R.L.

A tal proposito le associazioni si chiedono se e come sia stata valutata la capacità tecnico-finanziaria della società nella nuova veste visto che nel decreto non paiono evincersi passaggi in tal senso. 

Ad avviso delle associazioni, tra l'altro, esistono «numerose criticità riguardo all'iter delle varie proroghe di questo titolo minerario in connessione con la richiesta di Concessione di Coltivazione "Colle Santo" insistente sulle stesse aree. Chiediamo alle amministrazioni di valutare attentamente questo decreto anche in vista di possibili azioni presso gli organi della giustizia amministrativa».