ANNUNCITE CRONICA

Incendi, neve e frane, D’Alfonso annuncia pioggia di fondi. Fi: «non è vero»

Secondo Sospiri «arriverà solo quello che si spetta, nulla di più»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

249

Incendi, neve e frane, D’Alfonso annuncia pioggia di fondi. Fi: «non è vero»

l'incendio

 


ABRUZZO. «Siamo davanti ad un grande cantiere che richiede ora la collaborazione straordinaria dei Comuni interessati». Così il presidente Luciano D'Alfonso ha commentato in una conferenza stampa a L'Aquila, gli esiti dell'incontro con il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli per le problematiche relative alle emergenze neve, incendi e rischio idrogeologico.

Presenti anche il Capo Dipartimento dei lavori pubblici, Emidio Primavera e il segretario particolare Enzo Del Vecchio.

«Sono stati già assegnati 15 milioni di euro di cui 1,5 già trasferiti alla Regione Abruzzo e 31 milioni arriveranno entro metà novembre, dopo un approfondimento tra le strutture della Protezione civile regionale e nazionale per un totale di oltre 46 milioni di euro - ha spiegato il presidente. Un'altra categoria di interventi riguarda i lavori di prevenzione sotto la competenza di 'Italia Sicura' con cui apriremo una trattativa per ulteriori risorse per la mitigazione del rischio idrogeologico. In aggiunta, nella giornata di ieri ci è stato comunicato dal ministero dell'Ambiente l'assegnazione di oltre 44 milioni di euro, costruiti tra Regione e Ministero, per la tutela del territorio e delle acque. A partire da questo momento possono partire le gare d'appalto per i comuni che hanno trovato copertura. Abbiamo anche fondi a disposizione per ulteriori situazioni depurative della Regione».

Nel dettaglio, i 46 milioni di euro stanziati si riferiscono a danni causati da maltempo per rimborsare spese sostenute dai Comuni per rimozione neve, accoglienza alberghiera alle famiglie colpite e per i primi interventi di somma urgenza per rimuovere incombenti pericoli.

Le altre risorse pari a circa 44 milioni di euro (Fondo per lo sviluppo e la coesione FSC 2014/2020) per 'interventi per la tutela del territorio e delle acque' interessano: rischio idrogeologico (19 milioni), bonifiche (oltre 7 milioni) e servizio idrico integrato (17 milioni).

I Comuni interessati ai finanziamenti per interventi di riduzione del rischio idrogeologico riguardano: Chieti, Vasto , Vacri , Bellante , Castiglione Messer Raimondo, Ripa teatina, Casalincontrada, Casacanditella, Castelguidone, Rooccamontepiano, Roccamorice, Pglieta, Lettomanoppello, Castiglione Messer Marino, Prezza, Montenerodomo, Civitella Messer Raimondo, Rosello, Trasacco , Isola del Gran Sasso d´Italia.

Per il miglioramento del servizio idrico integrato: Pescara-San Giovanni teatino- Spoltore, Rosciano, agglomerato Scoppito-Tornimparte-Lucoli. Gli interventi di bonifica per aree inquinate interessano: Pizzoli, Cepagatti, Ortona dei Marsi, Castellalto, Montorio al Vomano, Mosciano S. Angelo.

Per garantire il tempestivo avvio degli interventi di cui al piano operativo sarà a breve trasmesso il format di scheda finalizzato all'inserimento delle informazioni di dettaglio dei singoli interventi necessarie all'avvio delle procedure di alimentazione del sistema nazionale di monitoraggio. Per quanto riguarda invece gli incendi si è concordato di procedere nella richiesta ad un immediato ristoro delle spese sostenute per l'emergenza attraverso specifica ordinanza per un importo di circa un milione di euro, rinviando a intese con il ministero dell'Ambiente gli interventi di tutela e salvaguardia delle aree interessate dal fuoco.



SOSPIRI: «NESSUN FONDO STRAORDINARIO»


«In Abruzzo non arriverà alcun fondo straordinario per affrontare l’emergenza idrogeologica racchiusa nel famoso dossier inviato a Roma dal Governatore D’Alfonso», ha ribattuto invece il capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri al termine dell’audizione del presidente D’Alfonso.

«Il presidente si è recato, riconosciamo, con buoni propositi a una riunione con il Capo della Protezione civile Angelo Borrelli per ottenere i finanziamenti, almeno iniziali, necessari al contenimento dei gravi pericoli di dissesto idrogeologico che incombono sui nostri territori. Borrelli però ha assicurato la copertura solo delle ‘somme urgenze’, ovvero delle spese già effettuate dai Comuni in occasione dell’emergenza passata, somme che verranno peraltro erogate in due rate, la prima da 12milioni di euro e la seconda da 32milioni di euro, quindi nulla di più di quanto ci spettava. Nessun fondo, invece, verrà erogato per affrontare il dossier della Regione Abruzzo sul dissesto idrogeologico portato dal presidente, il quale è stato rispedito a Palazzo Chigi per tentare di tirare fuori qualche spicciolo. I Comuni, però, non possono attendere che le chiacchiere diventino fatti: l’inverno è ormai in arrivo e il rischio di nuove tragedie incombe in modo concreto. A questo punto – ha concluso il Capogruppo Sospiri – chiediamo al Governatore D’Alfonso di prestare finalmente orecchio alle nostre proposte dandoci per una volta retta, ovvero rimoduliamo il Masterplan, come chiediamo da sempre, permettendo ai Comuni di avere a disposizione i fondi per la priorità e la vera emergenza amministrativa, ossia la sicurezza dei cittadini».