ABRUZZESI DIMENTICATI

“Al Caldrone”, grande clarinettista e sassofonista dei crooner

Suonò per Perry Como e Benny Goodman. Era nato il 15 settembre del 1914 a Barrea

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

150

“Al Caldrone”, grande clarinettista e sassofonista dei crooner

ABRUZZO. Alber Domenico Caldarone in arte “Al Caldrone” nacque a Barrea il 15 settembre del 1914 da Salvatore (n. 1886) e Petronilla De Felice (n. 1890). Il padre, Salvatore, emigrò per gli Stati Uniti una prima volta nel 1910 e giunse ad “Ellis Island” sulla nave “Hamburg”. A Petronilla dall’America giungevano i soldi necessari per mandare avanti, dignitosamente, la famiglia. Il piccolo Salvatore sin da bambino mostrò una straordinaria propensione per la musica. Piccolissimo iniziò, su ispirazione di un anziano del paese, iniziò a suonare quelli che sarebbero poi divenuti gli strumenti musicali della sua vita: il flauto e il clarinetto. Lo fece con la piccola banda di Barrea e poi arrivò ad esibirsi al “Teatro dell’Opera” di Roma. Si parlò di lui come “ragazzo prodigio”. Nel 1926 però la famiglia Caldarone, composta oltre che da Salvatore dai fratelli Maria Assunta, Armando e Civeo, emigrò definitivamente per gli Stati Uniti dove si stabilirono a Youngstown in Ohio. Dopo poco Salvatore entrò nella banda di Lowellville.

Durante gli studi del corso “East High School” acquisì una notevole padronanza anche del sassofono. Iniziò, pur giovanissimo, ad esibirsi nei locali dove si suonava jazz o anche in sale da ballo. Nel 1935 fu ingaggiato dalla “Ohio Leather Factory Band” di Girard che si esibiva in night clubs , in circhi e in locali di burlesque. Notato da un impresario di bande concertistiche fu chiamato a far parte della “Youngstown Symphony” e successivamente suonò con la “Warren Chamber Orchestra” la “Warren Packard Band” e la “Allegheny Summer Symphony Orchestra”. Il 4 maggio 1940 sposò Carol Dinard. Nei primi anni ’60 aprì, sempre a Youngstown , il “Caldrone Music Studio” che divenne meta di amanti della musica.

Negli anni fu chiamato a suonare in tournée con grandissimi artisti e tra questi Myron Floren, Perry Como, Benny Goodman, Lee Castle, Artie Shaw. Fu insegnante di clarinetto e sassofono alla “Dana School of Music” Università di Stato di Youngstown e al “Westminster College” di New Wilmington in Pennsylvania. Insegnò per tutta la vita e fino all’ultimo formò generazioni di clarinettisti e sassofonisti.

Nel 1995 ricevette il riconoscimento “Man of the Year” per il suo importante contributo offerto alla comunità Youngstown. Sempre sensibile al ricordo della sua terra d’origine e ai temi legati all’emigrazione fu tra i fondatori della “Ellis Island Foundation”. La “Dana School of Music”, dove fu insegnante, ha istituito una speciale borsa di studio, che porta il suo nome, per giovani musicisti. Morì nell’ottobre del 2011.


Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”