FERROVIE

Pescara-Milano con Frecciarossa: da dicembre stop collegamenti?

Tomei (Cna): «c’è qualcosa che non va»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3492

Pescara-Milano con Frecciarossa: da dicembre stop collegamenti?

Freccia rossa

PESCARA. Che fine farà da metà dicembre il Frecciarossa da e per Milano?

Se lo chiede il responsabile regionale di Cna Turismo, Cristiano Tomei, che «non senza sorpresa» rivela come con il nuovo orario invernale di Trenitalia, in vigore da metà dicembre prossimo, il treno superveloce (9594 è il numero del convoglio in grado di raggiungere direttamente la metropoli milanese in poco più di 4 ore, «sparisca dai radar»: cioè l’orario ufficiale di Trenitalia.

Così il collegamento super veloce inaugurato solo un anno fa sembra vicino alla sparizione. Ma potrebbe anche esserci un’altra spiegazione.

«Consultando online gli orari – spiega Tomei – ho scoperto che le ultime corse prenotabili sul “Frecciarossa” portano le date del 9 e 10 dicembre prossimi».

A partire da domenica 11, infatti, a Milano si potrà arrivare solo con treni “Frecciabianca”, ed eventuale cambio a Bologna per chi desideri raggiungere Milano con il “Frecciarossa”.

Lo stesso accade, ovviamente, a percorso invertito: l’attuale orario di partenza, fissato a seconda dei giorni da Milano Centrale per le 6 o 7,45 della mattina (con arrivo a Pescara alle 10.08 o alle 11,51) con la stessa data verrà cancellato.

Tomei, che gira il quesito sul destino riservato in Abruzzo al treno superveloce all’azienda ferroviaria, alla Regione a al Comune di Pescara, si chiede se «si tratti di un errore materiale, di una scelta momentanea dettata dal cambio degli orari, o al contrario di carattere definitivo».

«Perché in questo secondo caso – conclude - ci troveremmo evidentemente di fronte a una forte penalizzazione per tutto il territorio abruzzese, in ragione degli indubbi vantaggi che la rapidità del collegamento – ancorché limitata a una sola corsa quotidiana - assicura all’intera regione e ai suoi flussi turistici in entrata. Motivo questo che mi spinge a chiedere un deciso intervento istituzionale nei confronti dell’azienda di trasporto».

Il treno Frecciarossa ha fatto la sua prima fermata a Pescara il 20 settembre scorso, anche a Pescara. Era da un anno, infatti, che il nuovo collegamento Bari-Milano aveva inserito tra le fermate intermedie quella della città abruzzese, oltre a Reggio Emilia AV, Bologna Centrale, Rimini, Ancona e Foggia.

Una coppia giornaliera di treni Frecciarossa con ETR.500 si era dunque aggiunta all’ offerta Frecciabianca costituita da sei coppie di treni.

«UNA BUFALA»

Parla di bufala il vice capogruppo del Pd in Consiglio regionale Alberto Balducci che senza entrare nei dettagli spiega: «questa mattina l'amministratore delegato di Trenitalia Barbara Morgante - fa sapere l'esponente politico - ha rassicurato personalmente il presidente Luciano D'Alfonso sul fatto che il Frecciarossa continuera' a transitare nella stazione di Pescara anche in inverno. Chi voleva giocare agli indiani e' rimasto scotennato».

C’è da capire perché sul sito ufficiale di Trenitalia siano disponibili solo viaggi con un cambio (Freccia Rossa e Freccia Bianca) o se il Pd giochi proprio sull’equivoco che comunque il Frecciarossa passerà comunque dall’Abruzzo pur non arrivando a destinazione.