L'UOMO GIUSTO

Consiglio superiore Lavori pubblici. Interrogazione parlamentare su nomina di Marcantonio

I 5 Stelle chiedono di sapere chi l’ha scelto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

464

Consiglio superiore Lavori pubblici. Interrogazione parlamentare su nomina di Marcantonio


ABRUZZO. Il Movimento 5 Stelle ha presentato una interrogazione al presidente Matteo Renzi sulla nomina dell'architetto Gianluca Marcantonio all’interno del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Dopo la pubblicazione dell’articolo di PrimaDaNoi.it i pentastellati chiedono di sapere chi abbia proposto la nomina in seno alla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e quali fossero i curricula degli eventuali nominativi concorrenti.


«La nomina di Marcantonio – aveva commentato il presidente Luciano D’Alfonso – è un risultato evidente della forza guadagnata dall’Abruzzo in seno alla Conferenza delle Regioni. In 24 mesi abbiamo ribaltato completamente il ruolo della nostra regione nell’ambito della Conferenza Unificata: non è un caso se siamo una delle tre Regioni nella Cabina di regia nazionale di Palazzo Chigi che amministra il fondo FSC».

E dalla nuova nomina e dunque dalla nuova composizione del Consiglio superiore dei lavori pubblici D’Alfonso si aspetta «una velocizzazione delle procedure che riguardano le grandi opere in Abruzzo: i porti di Ortona e Pescara, la diga di Chiauci, la Fondovalle Sangro e la diga di Bisenti».

Una nomina che evidentemente ha precisi padrini politici se è vero che lo stesso presidente D’Alfonso ha ringraziato «i colleghi Presidenti delle Regioni, il capo della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, il Ministro degli Affari regionali Enrico Costa e il suo capo dipartimento Antonio Naddeo».

Non un caso i solato di politica che nomina tecnici che poi devono controllare.

Marcantonio 45 anni, ha conseguito la laurea in architettura con voto 110 all'università di Chieti-Pescara e ha svolto attività professionale prevalentemente nel campo della realizzazione di opere pubbliche; è uno dei tecnici a supporto della "Struttura del Commissario Straordinario della Regione Abruzzo per la realizzazione di interventi di mitigazione del rischio idrogeologico", per la quale ha analizzato progetti, cantieri e opere in tutto il territorio regionale.

D’Alfonso conosceva già prima della nomina Marcantonio, e non è certo un mistero.

L’architetto nel 2006 ebbe un ruolo di consulente e supporto alla costruzione della famosa villa di Lettomanoppello di D’Alfonso e fornì consigli, dettagli e cronoprogramma così come dichiarò nell’aula 1 del tribunale di Pescara nel corso del processo Housework.

Nella sua carriera annovera anche la redazione di svariate consulenze di progettazione per lavori da in Provincia di L'Aquila a seguito al sisma del 2009.

L’interrogazione del M5s però vuole anche sapere per quale motivo non siano stati pubblicati i curricula allegati alla lettera protocollo numero 3864 /DES-1LP della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

I 5 Stelle hanno infatti scoperto che nella comunicazione della Conferenza delle Regioni e delle province autonome allegato al verbale della Conferenza Unificata e scaricabile da internet all'indirizzo www.statoregioni.it, i curricula degli esperti regionali Edoardo Balzarini, esperto della Regione Sardegna e l’architetto Gianluca Marcantonio, esperto della Regione Abruzzo, in realtà non sono allegati.

Che fine hanno fatto? Perché questa decisione? Nessuno si è accorto della svista?