IL DATO

Start up innovative. In Abruzzo sono 152: +14% rispetto alla media nazionale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

109

Start up innovative. In Abruzzo sono 152: +14% rispetto alla media nazionale


ABRUZZO. Nel nostro Paese, il numero di start-up “innovative” continua a crescere a ritmi sostenuti e ad oggi risultano iscritte, a livello nazionale, 6.235 imprese. Il 2,4%, pari a 152, risiedono in Abruzzo, un dato in crescita del +35,7% rispetto a fine 2015 (il piu' alto in Italia e superiore alla media nazionale pari al 21,2%), e che posiziona la regione al 12esimo posto.

Si tratta di giovani imprese che nell'ultimo anno hanno impiegato prevalentemente fino a quattro addetti (73,8%), operano nei "servizi' (73%) e hanno un valore della produzione che per il 66,3% non supera i 100 mila euro. A livello di governance, l'11,8% delle start-up abruzzesi ha una compagine societaria a prevalenza femminile, mentre quelle coordinate prevalentemente dai giovani (under 35) rappresentano quasi due su dieci (17,8%) del totale.

E' quanto emerso ieri dai dati elaborati da BNP Paribas Cardif.

Per quanto riguarda le province e' L'Aquila a registrare in assoluto il valore piu' alto in regione, con 46 start-up innovative (pari al 30,3% del totale regionale), seguita da Pescara con 41 (27%), Teramo con 36 (23,7%) e Chieti con 29 (19,1%).

«Le giovani imprese, in un momento di staticita' dell'economia a livello generale, rappresentano una grande risorsa per dare nuovo impulso al mercato assicurativo e accelerarne il cambiamento attraverso soluzioni piu' disruptive», afferma Isabella Fumagalli, AD di BNP Paribas Cardif.