IL RISULTATO

Tartaruga verde trovata a Termoli uccisa da plastica e lenza

Esame allo Zooprofilattico, è stata occlusione intestinale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

114

Tartaruga verde trovata a Termoli uccisa da plastica e lenza




TERAMO. Un'occlusione intestinale dovuta a materiale plastico aggrovigliato in 40 centimetri di lenza da pesca: è stata questa la causa della morte della tartaruga verde, della specie protetta Chelonia mydas raramente presente in Adriatico, trovata sulla spiaggia di Termoli (Campobasso) sabato scorso. Lo ha accertato l'esame autoptico eseguito nei laboratori dell'Istituto Zooprofilattico (Izs) "G. Caporale" di Teramo.


Si tratta, purtroppo, dell’ennesima dimostrazione dell’effetto negativo della mano dell’uomo sulla natura. Il riscontro autoptico ha confermato ancora una volta il collegamento tra le attività umane (impatto contro imbarcazioni, pesca, inquinamento) e la morte della maggior parte degli esemplari di tartaruga rinvenuti spiaggiati. Presso l’Istituto di Teramo sono in corso ulteriori indagini per la ricerca di eventuali agenti patogeni e contaminanti chimici.

La carcassa di tartaruga verde è una delle circa venti trovate dall'inizio dell'estate sulle coste abruzzesi e molisane.