AAA CERCASI

Regione, consulenze esterne: ente pronto a spendere 200 mila euro

Si cercano tre professionisti esperti di materia contrattualistica pubblica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

848

Regione, consulenze esterne: ente pronto a spendere 200 mila euro

 

ABRUZZO. La Regione Abruzzo cerca tre professionisti esperti in materia contrattualistica pubblica  per la gestione di gare d’appalto e forniture e mette nel piatto delle consulenze 190 mila euro.

Perché all’interno dell’ente regionale, a quanto pare, non ci sarebbe nessuno in grado di maneggiare la materia con competenza, o forse sì.

Ci sono ancora dubbi sul punto: nel frattempo è stata approvata una delibera di giunta regionale (proposta dall’assessore Donato Di Matteo, assente al momento del voto) nella quale si spiega la necessità di reperire i tre esperti, anche allargando i proprio orizzonti all’esterno.

La cifra a disposizione ammonta a 190 mila euro in corso di accreditamento: si tratta di un finanziamento del Ministero dell’Economia (Fondo per l’aggregazione).

Nella delibera firmata 5 giorni fa si spiega che si farà una ricognizione all’interno degli uffici per valutare se sia proprio il caso di andare a pescare all’esterno. Sembra tuttavia inverosimile che, per una materia che dovrebbe essere pane quotidiano per gli uffici pubblici, si debba ricorrere ad appoggi esterni anche perchè questo implicherebbe che fino ad ora ci sarebbero state pesanti carenze e decisioni prese senza la giusta competenza.

Come stanno le cose davvero?

Quello che è certo è che la legge è chiara: è possibile chiamare un esterno solo nel caso in cui gli interni, già regolarmente assunti e pagati, non siano in grado di svolgere il ruolo richiesto.

Gli incarichi sono 3.

Si cerca un esperto con esperienza maggiore di 10 anni, con laurea in Ingegneria (vecchio o nuovo ordinamento). Il compenso lordo massimo onnicomprensivo è di 70 mila euro.

Si cerca poi un professionista con una esperienza superiore ai 5 anni con laurea in giurisprudenza (compenso 35 mila euro) e un altro con laurea in Economia e Commercio (compenso 35 mila euro).

All’interno dell’avviso pubblico saranno predisposti dalla struttura i criteri per l’attribuzione dei punteggi per la valutazione del curriculum (previsti 65 punti totali) e del colloquio (35 punti).

Come detto però bisogna aspettare l’esito della ricognizione di professionalità interne.

Ci sarà qualcuno ‘all’altezza’ che abbia questi titoli e questa esperienza richiesta?



 

DGR361-2016