PROGETTI FUTURI

Masterplan Pescara, la firma a breve con il premier Renzi

Tutti gli interventi che riguardano la città adriatica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

146

Masterplan Pescara, la firma a breve con il premier Renzi

ABRUZZO. Ci sono i 15 mln per il porto di Pescara, altri 15 per l’allungamento dell’asse attrezzato fino al porto, 5 milioni per la Città della Musica e 12 per l’area di risulta. E poi ancora 200 milioni per il sistema delle acque regionali, 4 milioni per il depuratore e 10 milioni per il collegamento ferroviario tra Pescara e Chieti Scalo. Sono queste le cifre sciorinate questa mattina dal presidente della Regione, Luciano D’Alfonso

per la presentazione degli investimenti inseriti nel Masterplan e relativi alla citta' di Pescara ed al suo sistema urbano.

«Abbiamo fatto i compiti a casa e firmeremo ad horas il Masterplan con il Premier Renzi», ha assicurato il governatore.

All'incontro con i giornalisti sono intervenuti anche il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, ed i consiglieri regionali Luciano Monticelli, delegato ai Progetti speciali, ed Alberto Balducci. Tra gli interventi piu' significativi si segnala il finanziamento di 15 milioni di euro a beneficio della portualita' di Pescara «per fare in modo che questa infrastruttura si tolga definitivamente dalla sua condizione di invalidita' civile».

Uno stanziamento, rientrante nei fondi FSC, che si aggiunge ai 3 milioni 500 mila euro gia' appaltati. Inoltre, sono disponibili 15 milioni di euro aggiuntivi per realizzare l'allungamento dell'asse attrezzato fino al porto di Pescara.

«In questo modo - ha commentato D'Alfonso - cancelleremo l'anomalia di non vedere collegato questo importante asse viario ai porti di Pescara ed Ortona».

Il sedime di risulta che verra' occupato e' lo spazio a sinistra della recinzione dell'area demaniale in direzione del porto.

«La Regione - ha aggiunto il presidente - si fara' anche carico, attraverso una logica di concordato, di demolire le baracche esistenti lungo via Andrea Doria che beneficera' di una pulizia ad alzo zero».

Un altro importante investimento, pari a 5 milioni 500 mila euro, riguarda la Citta' della Musica, giunta al 90 per cento della sua realizzazione edificatoria, ed al Museo del Mare. Ben 12 milioni di euro sono destinati, invece, alla valorizzazione delle aree di risulta.

«Mi aspetto - ha ipotizzato D'Alfonso - che la citta' faccia stalking nei confrontri della Regione sia in relazione alla preparazione dei progetti che a quella delle procedure. Qui auspico una convergenza di tutte le forze politiche: centrodestra, centrosinistra ed anche dei pentastellati».

Il potenziamento della connessione tra la citta' di Pescara e l'aeroporto d'Abruzzo attraverso il ferro rappresenta, poi, un altro dei punti qualificanti del Masterplan cosi' come si punta, attraverso il rafforzamento (previsti 10 milioni di euro) del tracciato ferroviario, tra Pescara e Chieti Scalo, per far decollare il sistema trasportistico dell'intera area metropolitana e delle zone limitrofe.

Il depuratore di Pescara sara' reso piu' efficiente grazie ad un intervento finanziario pari a 4 milioni di euro. «C'e' bisogno di piani dettagliati - ha spiegato - e di controlli rigorosi sulle procedure».

Sono previsti, inoltre, interventi orizzontali per circa 200 milioni di euro riguardanti l'intero territorio abruzzese per il riordino del sistema delle acque sia in entrata che in uscita.

«Sono disponibili - ha assicurato il presidente - anche risorse adeguate per fare in modo che la mobilita' ciclistica, anche attraverso sistemi di incentivazione fiscale, possa diventare una scelta da 'jihad', cioe' la mobilita' di trasporto preferita dai cittadini. Riguardo, infine, all'affidamento degli incarichi ai soggetti attuatori delle opere, - ha concluso - faremo un lavoro di dettaglio per valutare se le amministrazioni saranno davvero in grado di assumersi l'onere. In caso contrario, subentrera' l'ARAP».