CHE COSA SUCCEDE?

Perquisizioni ed indagini sulla Agenzia delle Entrate in Abruzzo

Tutto segreto ma le inchieste sono più di due e c’è apprensione tra i dipendenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4995

Perquisizioni ed indagini sulla Agenzia delle Entrate in Abruzzo

ABRUZZO. Perquisizioni negli uffici di Vasto, in quelli de L’Aquila e in quelli di Pescara.

La Guardia di Finanza indaga e le procure autorizzano perquisizioni e acquisizioni di atti e pratiche. Da almeno un paio di mesi ci sono diversi faldoni di indagine che riguardano l’Agenzia delle Entrate abruzzese che agitano i sonni di dirigenti e creano sconcerto e disorientamento anche nei dipendenti.

Per ora c’è solo certezza delle indagini mentre invece vige il riserbo ed il segreto viene imposto a tutti e questo alimenta voci incontrollate che si ingigantiscono e rimbalzano da un capo all’altro della regione.

L’ultimo caso riguarda la visita degli uomini della Guardia di Finanza, nei giorni scorsi, all’interno degli uffici dell’Agenzia delle Entrate, direzione di via Rio Sparto a Pescara.

I finanzieri hanno operato perquisizioni nella direzione dell’ufficio legale e fatto una copia forense del pc in uso a Giovanni Imparato, a capo del settore legale, che dopo la visita è scomparso dai radar, sospeso in via cautelativa dalla stessa Agenzia.

Luogo di lavoro off limits, dunque, e divieto di contattare i dipendenti, questo fino a quando non avrà chiarito la sua posizione.

Lui si dice certo che riuscirà a spiegare tutto e che sarebbe vittima di un equivoco.

Intanto la Finanza dopo la visita negli uffici pescaresi ha in mano, e sta scandagliando, la pratica di una società finita nei mesi scorsi sotto accertamento fiscale. Gli investigatori stanno analizzando i files rinvenuti nel pc in uso ad Imparato e cercano riscontri a notizie ricevute forse in seguito a segnalazioni o esposti.

Secondo una ipotesi qualcosa non sarebbe andato nel verso giusto nell’ambito di un ricorso seguito dopo un accertamento della Agenzia verso una azienda che avrebbe prima perso in primo grado davanti la commissione tributaria e poi fatto ricorso.

Da chiarire è il ruolo operato da Imparato in questa vicenda e non si esclude che alcune risposte siano già emerse. Quello che si sa è che Imparato ha seguito nella veste di referente dell’ufficio legale decine e decine di ricorsi della Agenzia anche contro grandi aziende del valore di svariate decine di milioni di euro.

Imparato nel frattempo sarebbe stato sospeso anche dal sindacato del quale è referente locale, il Salfi che riunisce i lavoratori delle Agenzie delle Entrate.

Ma non è questa l’unica inchiesta che sta scuotendo l’Agenzia. Un paio di mesi fa altre perquisizioni sono state operate dalla Finanza nella direzione aquilana e in quella provinciale di Chieti ma si tratterebbe di una inchiesta aperta a Vasto dove sarebbe stato presentato un esposto per vicende che potrebbero riguardare alcuni aspetti anche della stessa organizzazione interna o presunti favoritismi.

L’assoluta mancanza di informazione da parte delle fonti ufficiali ha alimentato anche in questo caso dubbi e sospetti anche perché alcune anomalie sarebbero anche già emerse da alcune verifiche interne e diversi dipendenti non escludono che qualche inchiesta sia partita proprio da segnalazioni della stessa Agenzia delle Entrate.