AL VOTO

Comunali: al voto in primavera in 72 comuni abruzzesi

Data probabile 5 giugno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1036

Comunali: al voto in primavera in 72 comuni abruzzesi

ABRUZZO. Sono 72 le città abruzzesi che in tarda primavera andranno al voto per la tornata amministrativa che chiude la legislatura iniziata nel 2011, a cui si aggiungono anche quelle - numerose - nel frattempo sono state commissariate.

Tuttavia non è ancora stata ufficializzata la data, che secondo la legge dovrebbe essere fissata tra il 15 aprile e il 15 giugno, anche se il giorno più probabile dovrebbe essere domenica 12 giugno, che però secondo alcuni avrebbe il 'difetto' di spostare al 26 giugno i ballottaggi (opzione che riguarda soltanto i comuni con più di 15mila abitanti), data evidentemente troppo 'estiva' e che potrebbe comportare una drastica riduzione dell'affluenza. Per questa ragione, secondo molti addetti ai lavori, starebbe sempre più guadagnando quota la data di domenica 5 giugno.

Per le prossime comunali si terrà conto della popolazione certificata con il censimento del 2011. Elemento fondamentale, questo, per stabilire quali municipi dovranno andare al voto con il turno unico o con il ballottaggio, da qui anche il numero dei nuovi consiglieri e assessori. Il prossimo rinnovo delle giunte e consigli comunali nelle regioni a statuto ordinario comporterà le nuove norme sulla riduzione delle spese degli enti locali, che prevedono la riduzione del numero dei consiglieri e degli assessori.

Oltre a questo bisogna anche ricordare che il comma 135 dell'articolo 1 della legge 56/2014, la cosiddetta Delrio, prevede che nei comuni fino a 3mila abitanti il consiglio comunale sia composto, oltre al sindaco, da 10 consiglieri, mentre in quelli con più di 3 mila abitanti e fino a 10mila da 12. Da ricordare, inoltre, che nel caso in cui le liste collegate a un candidato eletto sindaco non abbiano conseguito almeno il 60% dei seggi, ma almeno il 40% dei voti al primo turno, potranno contare avere direttamente il 60% dei seggi, mentre il restante 40% sarà diviso tra le liste in modo proporzionale rispetto ai voti conseguiti.

Al voto andranno 25 comuni della provincia di Chieti: Archi (sindaco uscente Silvia Spinelli), Carunchio (sindaco uscente Gianfranco D’Isabella), Casacanditella (Giuseppe Erminio D'Angelo), Casalanguida (Andrea Ricotta), Casalbordino (Remo Bello), Casoli (Sergio De Luca), Celenza sul Trigno, Colledimacine (Graziano Di Berardino), Dogliola (Rocco D'Adamio), Fara San Martino (Giuseppe Di Rocco), Fraine (Vincenzina Di Iorio), Francavilla al Mare (Antonio Luciani), Lama dei Peligni (Antonino Amorosi), Lanciano (Mario Pupillo), Lentella (Carlo Moro), Pennadomo, Pietraferrazzana (Pierino Liberatore), Quadri (Saverio Calabrese), Rocca San Giovanni (Giovanni Enzo Di Rito), San Giovanni Teatino (Luciano Marinucci), San Martino sulla Marrucina (Luciano Giammarino), Sant'Eusanio del Sangro (Raffaele Verratti), Scerni (Giuseppe Pomponio), Tufillo (Marco Monaco), Vasto ( Luciano Antonio Lapenna).

Nella provincia aquilana si rinnoveranno invece 29 consigli comunali: Alfedena (sindaco uscente Massimo Scura), Bisegna (sindaco uscente Amedeo Di Lorenzo), Calascio (sindaco uscente Antonio Vincenzo), Campotosto (Antonio Di Carlantonio), Canistro (Antonio Di Paolo), Capitignano (Maurizio Pelosi), Carapelle Calvisio (Domenico Di Cesare), Castelvecchio Calvisio, Cerchio (Gianfranco Tedeschi), Civita d'Antino (Sara Cicchinelli), Civitella Roveto (Raffaelino Tolli), Cocullo (Nicola Risio), Fossa (Antonio Gentile), Ofena (Mauro Castagna), Ortona dei Marsi (Manfredo Eramo), Ortucchio (Federico D'Aulerio), Ovindoli (Pino Angelosante), Pereto (Bruno Ranati), Prezza (Ludovico Iannozzi), Rivisondoli (Roberto Ciampaglia), Roccaraso (Francesco Di Donato), San Vincenzo Valle Roveto (Giulio Lancia), Scontrone (Ileana Schipani), Scurcola Marsicana (Vincenzo Nuccetelli), Secinaro (Clementina Graziani), Sulmona, Tagliacozzo (Maurizio Di Marco Testa), Tornimparte (Umberto Giammaria), Villalago ( Fernando Gatta).

Sono 11 i Comuni al voto in provincia di Pescara: Civitella Casanova (sindaco uscente Marco D'Andrea), Collecorvino (sindaco uscente Antonio Zaffiri), Cugnoli (sindaco uscente Lanfranco Chiola), Manoppello (Gennaro Matarazzo), Penne (Rocco D'Alfonso), Pescosansonesco (Nunzio Di Donato), Picciano (Vincenzo Catani), Popoli (Concezio Galli), Sant'Eufemia a Maiella (Francesco Crivelli), Serramonacesca (Franco Enrico Marinelli), Tocco da Casauria (Luciano Lattanzio).

Sono 7, infine, i Comuni della provincia di Teramo: Basciano (sindaco uscente Paolo Paolini), Bellante (sindaco uscente Mario Di Pietro), Castellalto (sindaco uscente Vincenzo Di Marco), Colonnella (Leandro Pollastrelli), Cortino (Gabriele Minosse), Pietracamela, Roseto degli Abruzzi (Enio Pavone).