L'OPPORTUNITA'

Microcredito: 9 milioni a disposizione degli abruzzesi

Dal 9 marzo al via la presentazione delle domande

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1287

Marinella Sclocco

Marinella Sclocco

ABRUZZO. Dal 9 marzo e fino al 17 marzo sarà possibile presentare le domande di partecipazione alla riapertura termini del III avviso pubblico per l'erogazione di microcredito nell'ambito della gestione del "Fondo microcredito FSE-PO FSE Abruzzo 2007-2013 obiettivo "Competitività regionale e occupazione".

Saranno ritenute ammissibili solo le istanze pervenute ad Abruzzo Sviluppo entro e non oltre il 30 marzo 2016.

Tuttavia, l'invito dell'assessore all'Inclusione sociale, Marinella Sclocco, e del presidente di Abruzzo Sviluppo, Manuel De Monte, che, questa mattina, a Pescara, in Regione, l'hanno presentato alla stampa, è quello di fare presto e di presentare le domande, possibilmente, nei primissimi giorni.

La dotazione finanziaria di questo Avviso, già pubblicato sul sito di Abruzzo Sviluppo che è il soggetto gestore, è pari a 9 milioni di euro. In aderenza con quanto previsto nel Fondo Microcredito FSE, i finanziamenti saranno concessi a favore di iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo, costituende o costituite, supportate da adeguata progettualità, presentate dai soggetti che si trovino in difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito di seguito specificati: microimprese, che assumono la forma giuridica di ditta individuale, di società di persone, società cooperative; lavoratori autonomi o liberi professionisti.

«Si tratta di uno strumento finanziario di inclusione sociale estremamente utile ed anche molto richiesto - ha commentato Marinella Sclocco - dal momento che, potendo contare su 9 milioni di euro di risorse, è in grado di sostenere sia le aspirazioni di chi intenda aprire una nuova impresa sia di chi voglia implementare le attività di una microimpresa da zero a tre anni di vita che poi rappresenta la fascia più fragile del percorso di gestione».

L'entità del prestito per le persone fisiche (ditte individuali, lavoratori autonomi, liberi professionisti) ha un importo minimo di 5.000 euro ed uno massimo pari a 10.000 euro); per le persone giuridiche (società di persone e società cooperative) ha, invece, importo minimo di 10.000 euro ed uno massimo di 25.000 euro. «E' come se avessimo sancito un patto di fiducia con gli abruzzesi - ha sottolineato l'assessore Sclocco - poichè la garanzia sarà la loro capacità di lavoro. I presupposti sono incoraggianti - ha concluso - visto che, riguardo ai precedenti avvisi, per i quali sono state fatte scorrere le graduatorie e quindi sono stati soddisfatti tutti i richiedenti, i prestiti hanno avuto elevati tassi di restituzione e siamo riusciti a dare un buon impulso soprattutto alle imprese femminili che hanno rappresentato il 42 per cento degli aventi diritto».