LA PIOGGIA

Cultura, altri fondi per 1,4 mln di euro alle associazioni

La giunta delibera le ripartizioni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

169

Cultura, altri fondi per 1,4 mln di euro alle associazioni

ABRUZZO. La Giunta regionale, nella seduta di questo pomeriggio, su proposta del presidente Luciano D'Alfonso, ha deliberato l'assegnazione dei contributi per l'anno 2015 del Fondo unico regionale per la cultura (Furc) finanziato per 1,4 milioni di euro dopo la variazione di bilancio dello scorso 14 dicembre. Così come stabilisce la normativa, l'80% del fondo regionale, pari a 1,1 milioni di euro, è stato destinato alle associazioni culturali che sono inserite nel Fondo unico per lo spettacolo (Fus) di provenienza nazionale.

 Questa la ripartizione secondo gli ambiti culturali.

Ambito Musica: Istituzione sinfonica abruzzese 480 mila euro; Harmonia Novissima 10 mila euro; I Solisti aquilani 35 mila euro; Ente musicale dei concerti "B. Barattelli" 65 mila euro; Camerata musicale sulmonese 10 mila euro; Deputazione teatrale Teatro Maruccino 150 mila euro; Associazione Amici della musica Fedele Fenaroli 10 mila euro; Società del teatro e della musica "L. Barbara" 20 mila euro; Accademia musicale pescarese 5 mila euro; Associazione Orchestra da Camera Benedetto Marcello 4 mila euro.

Ambito Teatro: Teatro stabile d'Abruzzo 219 mila euro; Associazione Teatro dei colori 13 mila euro; TeatroZeta 10 mila euro; Florian MetaTeatro 35 mila euro. Ambito Dai: E-Motion Gruppo Phonix 6 mila euro.

Ambito Progetti Disciplinari: Comune di Tagliacozzo 6 mila euro; Ente manifestazioni pescaresi 15 mila euro; ACS Abruzzo circuito spettacolo 25 mila euro.

Ambito Cinematografia: Istituto cinematografico "La Lanterna magica" 2 mila euro.

 Nella stessa seduta, inoltre, la Giunta regionale ha provveduto ad assegnare il restante 20% del Furc a quelle associazioni culturali che non figurano nell'elenco del Fus nazionale.

In totale la somma ammonta a 280 mila euro e, per il solo anno 2015, è stata ripartita con le stesse modalità previste dalle legge regionale 55/2013.

Istituto cinematografico "La Lanterna magica" 10 mila euro; Premio Benedetto Croce 6 mila euro; Premio Scanno 10 mila euro; Premio internazionale Ignazio Silone 10 mila euro; Sulmona Film Festival 15 mila euro; Presepe vivente di Rivisondoli 10 mila euro; Indierocket Festival 10 mila euro; Concerti sotto le stelle XXII edizione dell'Associazione Mario Castelnuovo Tedesco di Pescara 10 mila euro; Premio Flaiano 30 mila euro; Teatro e altri luoghi 10 mila euro; Associazione regionale cori d'Abruzzo 50 mila euro; Premio Dean Martin 5 mila euro; Maggio Fest 10 mila euro; Cineramnia 10 mila euro; Festival del Teatro comico 5 mila euro; Castelbasso cultura 20 mila euro; Società della musica e del teatro "Primo Riccitelli" 39 mila euro; Fondazione Museo d'arte dello Splendore 10 mila euro; Toson d'Oro 10 mila euro.

..E 1 MLN DI EURO ALLE PRO LOCO PER EVENTI STORICO-CULTURALI

ABRUZZO. Un milione di euro alle pro loco regionali per organizzare e gestire attività turistico-culturali in grado di arricchire l'offerta turistica sul territorio. È quanto stabilisce una delibera della Giunta regionale che ha concesso risorse provenienti dal Par-Fsc alle Pro loco che hanno aderito e risposto all'avviso pubblico "Pro Loco e Turismo". Il finanziamento fa parte della linea d'azione inserita nel Par-Fsc che tende ad "Aumentare la competitività della destinazione favorendo la cooperazione e le reti di aggregazione settoriale territoriale". Sono state ammesse a finanziamento circa 80 Pro loco in ragione dei progetti di valorizzazione storico-culturale del territorio di riferimento. L'obiettivo dell'avviso pubblico è di generare sul territorio manifestazioni culturali che fungano da attrattore turistico in periodi particolarmente importanti per il turismo regionale. La Regione Abruzzo ha naturalmente pensato alle Pro loco per arrivare direttamente sui territori per garantire servizi turistici e di accoglienza ai visitatori. Da qui il bando pubblico che finanzia manifestazioni storiche e culturali che abbiano a riferimento il territorio di appartenenza della Pro loco. I fondi destinati alle Pro loco sono a fondo perduto.