LE CONSEGUENZE

Allerta meteo, l’emergenza rientra. Scuole chiuse a San Salvo

Viabilità ancora compromessa. Chiusa via Colonnetta a Chieti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

240

Allerta meteo, l’emergenza rientra. Scuole chiuse a San Salvo

ABRUZZO. Dopo la prima giornata di inverno l’Abruzzo già conta i danni e la lista di disagi è già lunga. Nele zone interne sono caduti anche 40 centimetri di neve che sono bastati per far scattare un vero allarme. L’erogazione dell’energia elettrica è stata interrotta per un guosto in una vasta zona comprendente almeno 20mila famiglie.

La viabilità è stata difficoltosa in molte parti ed i mezzi spalaneve hanno faticato molto per portare la situazione alla normalità. I problemi maggiori si sono registrati sulla Trignina dove il fiume in piena ha danneggiato l’ennesimo viadotto e la strada rimane chiusa.

Ieri pomeriggio ancora precipitazioni fino a notte poi l’attenuazione.

Per sabato e domenica è atteso un graduale miglioramento, con bassa probabilità di isolate precipitazioni sulle zone sud orientali della regione.

Il Centro Funzionale d'Abruzzo sta monitorando e continuerà a monitorare l'evoluzione dei fenomeni attraverso la rete di monitoraggio regionale. Attualmente, si segnala l'innalzamento dei livelli idrometrici al di sopra della soglia di pre-allarme (codice arancione) dei fiumi Feltrino, Sangro, Alento e Tordino, e al di sopra della soglia di allarme (codice rosso) per i fiumi Foro, Osento, Sinello e Pescara. Nelle zone maggiormente colpite, nelle ultime 24 ore si sono registrati quantitativi di pioggia da elevati a molto elevati: 170.4 mm a Chieti; 160mm a Pretoro; 164.4 mm a Vacri; 152.2 mm a Vasto; 140 mm a Spoltore; 134.7 mm a Pescara; 131.6 mm a Villa Santa Maria; 159.8 mm a Altino.

 NIENTE SCUOLA SABATO A SAN SALVO.

Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ha firmato un’ordinanza con la quale ha disposto per sola giornata di domani, sabato 28 novembre, la sospensione delle attività didattiche per le scuole di ogni ordine e grado.

Il provvedimento si è reso necessario visto il permanere dello stato di allerta diramato nel pomeriggio dal Centro Funzionale d’Abruzzo che indica per questa zona come criticità di rischio idraulico il livello arancione.

Le scuole saranno aperte in molti altri Comuni come  a Pescara, domani saranno regolarmente aperte anche se rimangono divieti alla circolazione.

Chiuso il sottopasso di via Raiale, tutto tranquillo negli altri che vengono tenuti strettamente sotto controllo dalle squadre comunali e dalla Polizia Municipale, che da ieri sera gira la città e fa interventi di ogni genere. Infiltrazioni anche allo stadio, al momento sono stati chiusi gli spazi ad uso delle associazioni. Per quanto riguarda il canile, l'amministrazione comunale accoglie la richiesta delle associazioni che vi operano, «con l'impegno a trovare una nuova sede che stiamo già cercando e che attiveremo appena le risorse e le priorità di intervento che abbiamo ce lo consentiranno».

«La situazione è sotto controllo - dice il sindaco di Spoltore, Luciano Di Lorito - ma continuiamo a monitorare il territorio e in particolare i corsi d'acqua perché l'incessante pioggia delle ultime 24 ore ha innalzato il livello del fiume ed è bene avere un quadro preciso delle eventuali criticità, per poter intervenire tempestivamente».

 CHIETI CHIUSA LA COLONNETTA

 Il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha firmato una ordinanza di chiusura la traffico di via Colonnetta per le abbondanti piogge  e per motivi di sicurezza.  

 La strada è la principale via di comunicazione tra la parte alta della città e lo scalo, e quindi la città è divisa in due. In particolare già nella tarda mattinata un tratto di circa 500 metri aveva iniziato a franare, con il marciapiede "sollevato" dalla sua sede ed i pali della pubblica illuminazione adagiati sui cavi della linea filoviaria, che è stata anch'essa danneggiata. Le vie di collegamento alternative sono unicamente rappresentate dalla strada che sale da Dragonara a Tricalle, visto che altre strade alternative (via Madonna della Vittoria) già danneggiate dalle piogge dello scorso inverno non sono mai state ripristinate . Ovviamente la principale linea di trasporto pubblico che collega l'ospedale/università con la parte alta della città è stata deviata e i disagi sono pesantissimi