IN MARE

Direzione Marittima Abruzzo-Molise, 187 persone salvate

Si conclude Mare Sicuro con oltre 15mila controlli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

133

CAPITANERIA DIREZIONE MARITTIMA

 

PESCARA.  Sessantuno operazioni di ricerca e soccorso svolte, 187 le persone salvate e 43 le unità rientrate in porto scortate dalle motovedette della Guardia Costiera. Più di 1500 operazioni di polizia marittima, con oltre 15 mila controlli effettuati negli stabilimenti balneari, esercizi commerciali, unità da pesca, unità da diporto, con quasi 400 illeciti sanzionati tra cui trasgressioni all'ordinanza di sicurezza balneare, illeciti nelle attività di pesca e infrazioni sulla navigazione da diporto con multe di ammontare fino a 3 mila euro, oltre a operazioni contro l'abusivismo demaniale e l'inquinamento, a cui sono seguite informative di reato all'autorità giudiziaria.

 Sono alcuni dei numeri dell'operazione riguardanti 'Mare Sicuro' portata a termine nell'estate scorsa dagli uomini della Direzione Marittima-Guardia Costiera di Pescara e degli uffici territoriali dell'Abruzzo, Molise ed Isole Tremiti, che sono stati impegnati in un'intensa attività di vigilanza e controllo a terra ed a mare lungo tutto il litorale, assicurando una capillare presenza sul territorio ed un tempestivo intervento nell'arco delle 24 ore per la sicurezza e la salvaguardia della vita umana.

Rilevante la fattiva collaborazione, oltre che con le altre forze di polizia, anche con il Servizio Regionale di Protezione Civile, con le diverse Associazioni di Volontariato, la Croce Rossa Italiana e la Scuola Italiana Cani di Salvataggio che hanno fornito il loro supporto per garantire massima tempestività in azioni di soccorso sanitario in spiaggia ed in mare. Rilevante l'impegno nella parte finale della stagione estiva nei 'Giochi del Mediterraneo sulla Spiaggia' a Pescara.

«Una stagione positiva, in termini di risultati, per la Guardia Costiera che festeggia quest'anno il 150/o anniversario dalla sua costituzione, nonostante i ripetuti eventi che hanno portato all'interdizione alla balneazione di alcuni tratti di mare sul litorale pescarese».

Anche il personale del Compartimento Marittimo di Ortona, sotto la direzione del Capitano di Fregata Nicola Attanario, ha svolto diverse operazioni nel tratto di costa compreso tra Francavilla a Mare e Petacciato, impiegando in mare quattro mezzi navali e sei mezzi di terra per il pattugliamento della fascia costiera, con un impiego quotidiano di circa 10 militari.

«Oltre 700 i controlli in mare sul diporto e sulla pesca sportiva», sottolinea la nota, «con una bassa incidenza degli illeciti amministrativi, complessivamente 58, di cui 22 contestati ad unita' navali dedite alla navigazione nella fascia di mare riservata alla balneazione costituendo un potenziale rischio per l'incolumita' dei bagnanti».