LA RETE

Banda larga ultraveloce (100 Mbps) in 8 comuni abruzzesi, ecco quali

Stanziati fondi Cipe

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2156

Banda larga ultraveloce (100 Mbps) in 8 comuni abruzzesi, ecco quali

ABRUZZO. Banda larga ultraveloce da 100 Mbps nei comuni di Avezzano, Vasto, Lanciano, Giulianova, Ortona, Roseto, San Salvo e Atri.

E’ quanto stabilito dalla giunta regionale il 15 settembre scorso che a deciso di ‘promuovere’ 8 comuni abruzzesi e dotarli di una banda larga superiore a quanto previsto solo qualche settimana fa (30 mbps). Si tratterà del primo intervento di questo tipo in tutta la Regione attraverso un consistente stanziamento di fondi che sarà operato dal Cipe. In cinque anni almeno altri 42 comuni dovranno avere la stessa opportunità per arrivare a cifra tonda di 50 realtà locali super veloci.

L’intervento– modificato nei giorni scorsi dalla giunta D’Alfonso- nasce dall’accordo tra la Regione Abruzzo e il ministero dello Sviluppo Economico e si pone l’obiettivo di abbattere il digital divide di prima generazione e consentire l’erogazione di servizi on-line per i cittadini e le imprese, la diffusione dell’informazione, la condivisione ed accessibilita’ del patrimonio regionale, l’inclusione dei cittadini nella vita amministrativa regionale, l’adozione di nuove tecnologie a supporto dell’innovazione e del cambiamento nel campo sociale, sanitario ed economico.

Complessivamente, l'intervento che coinvolge oltre 60 comuni del territori destinatari di una banda da 30 mbps, che sarà realizzato dalla società Infratel (facente capo al ministero dello Sviluppo economico) avrà un importo di 9.650.000 €. 

Ma questi soldi non sono sufficienti a coprire i costi necessari per l’infrastruttura in banda ultra larga a 100 mbps dunque si ricorrerà al Cipe e più precisamente alle risorse assegnate dal Governo nell’annualità 2016 al piano strategico per la banda larga.

Insomma si cammina spediti anche perché gli obiettivi fissati dall’Ue al 2020 sono impegnativi: Nelle successive annualità e comunque entro il 2018 il Ministero stanzierà tutti i fondi necessari per il completo raggiungimento degli obiettivi fissati: 100% della popolazione coperto ad almeno 30 Mbps e 50% della popolazione coperto ad almeno 100 Mbps.

Sul territorio regionale è programmato un intervento per il completamento dell’infrastruttura di accesso di prima generazione. Attualmente è stata pubblicata la gara d’appalto per l’aggiudicazione dei lavori di realizzazione dell’opera per un importo pari a 7 milioni 350mila euro. L’intervento coinvolge 175 Comuni e le relative 537 frazioni.

Sul territorio regionale è anche attivo un intervento per la realizzazione dell’infrastruttura di rete in banda ultralarga a 30 Mbps in 93 Comuni. L’intervento, del valore complessivo di 25 milioni, è finanziato dal PSR-FEASR Abruzzo ed è rivolto alle aree rurali ricadenti nel Cluster D di cui alla zonizzazione operata nel Piano nazionale banda ultralarga. La gara d’appalto è stata esperita e sono in avvio i lavori di realizzazione da parte delle ditte aggiudicatarie.

La zonizzazione del territorio regionale operata dal Piano nazionale per la banda ultralarga individua 50 Comuni ricadenti nei cluster A, B e C per i quali deve essere programmato un intervento in banda ultralarga a 100 Mbps.