EXPO 2015

Si conclude Abruzzo Luxury a Milano: standing ovation per Simona Molinari

A Palazzo delle Stelline il meglio della produzione culinaria, vitivinicola, artistica e musicale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

372

Si conclude Abruzzo Luxury a Milano: standing ovation per Simona Molinari

Simona Molinari e questore Luigi Savina


 

MILANO. Con un omaggio applauditissimo ed emozionante a Ella Fitgerald, pilastro della cultura musicale mondiale del 900, Simona Molinari ha posto il suggello venerdi sera ad “Abruzzo Luxury: L’Abruzzo delle eccellenze in mostra a Milano”, evento che ha raccolto al Palazzo delle Stelline oltre 2.000 persone nelle giornate di Giovedi 3 e venerdi 4 Settembre.

L’artista abruzzese, che sabato prossimo sarà di scena al Premio Campiello a Venezia, ha mostrato ancora una volta tutto il suo talento facendosi ambasciatrice della bellezza, del gusto e della caparbietà tipica della Regione verde d'Europa in tutti i settori. A fine serata è stata omaggiata di preziose creazioni ideate da due tra i protagonisti della giornate milanesi: un foulard della start up del fashion COUTUREARTE e un gioiello di Italo Lupo, l’artista pescarese famoso per le sue presentose.

Nello splendido scenario dei chiostri dove Leonardo dava sfogo 5 secoli fa a tutto il suo genio artistico, l’Abruzzo ha proposto a Milano il meglio della sua espressione musicale con i Solisti Aquilani ma anche l’eccellenza artigiana con il Polo di Innovazione Art Italia:  orafi e ceramisti, i maestri della lavorazione di materie prime come la pietra e il legno, il cuoio ed il ferro hanno raccontato al pubblico internazionale di Expo la propria tradizione e le più affascinanti soluzioni contemporanee in un’immersione completa fra la cultura e le fragranze dei maestri profumieri e delle più entusiasmanti leccornie regionali del palato.

Non hanno mancato di catalizzare l’attenzione dei tanti ospiti presenti gli Show Cooking di  Nicola Rapino del ristorante “L’Angolino sul mare” e di  Arcangelo Tinari del ristorante “Villa Maiella”, che ha presentato anche un libro dello sculture abruzzese-milanese Gino Masciarelli. 

Apprezzatissime le degustazioni dei vini abruzzesi curate dall’Ais che hanno visto protagonisti anche produttori sempre più affermati sulla scena internazionale come Enrico Marramiero e Stefania Bosco.

E poi la ventricina e il miele, il parrozzo e i formaggi, start up e innovative offerte turistiche, i gioielli e le produzioni editoriali abruzzesi: ancora una volta la regione del diritto al cibo, delle eccellenze agroalimentari e dei Poli d’Innovazione ha fatto il pieno di pubblico e di riconoscimenti grazie all’impegno e all’ingegno dei suoi artisti, al lavoro delle sue aziende, alla qualità dei suoi prodotti d’eccellenza.

Alcune suggestive foto di Tosti, Michetti e D'Annunzio in compagnia del maestro Puccini, hanno catalizzato l'attenzione dei turisti stranieri quasi più preparati di noi sulla cultura del 900 italiana. Molto ammirata anche, la riproduzione de "La figlia di jorio", quasi a grandezza naturale e l'istallazione del maestro Marcello Mariani paragonato per stile ad Henri Cartier Bresson.

A far visita ancora una volta alle iniziative dell’Abruzzo in occasione di Expo, il questore di Milano l’abruzzese Luigi Savina, ambasciatore straordinario e sempre generosissimo nel volere accogliere al meglio gli abruzzesi nel capoluogo lombardo.

Da oggi il meglio dell’artigianato artistico d’Abruzzo di Art Italia si trasferisce in Brera a Casa Abruzzo fino al prossimo 11 settembre per continuare a stupire il pubblico internazionale di Expo con creazioni che uniscono tradizione e innovazione, tecnologia e materia.