LA PROPOSTA

Il consigliere Bracco propone il Garante dei minori

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

50

asilo

 

ABRUZZO. Una figura che promuova, garantisca e vigili sulla piena attuazione dei diritti e degli interessi individuali e collettivi delle persone minori di eta’.

E’ quanto prevede il progetto di legge che stamane il Consigliere regionale del Gruppo Misto, Leandro Bracco, ha presentato alla stampa.

«Considerata l’estrema delicatezza delle tematiche trattate nella proposta legislativa, mi auguro che gia’ a settembre il testo approdi nella Commissione competente», ha detto Bracco, «e che entro fine 2015 possa essere approvato dal Consiglio regionale. Il progetto di legge e’ particolarmente articolato».

Il progetto di legge stabilisce le funzioni del Garante dell’infanzia con riferimento alla tutela sia degli interessi collettivi che a quella dei diritti individuali in rapporto alle famiglie, alla scuola, alla pubblica amministrazione, al mondo delle associazioni, agli ordini professionali, alle curatele, all’autorita’ giudiziaria e ai servizi sociali.

La figura del Garante sarebbe eletta in caso di stallo  dopo la terza votazione dopo un ballottaggio tra le due figure più votate.

I requisiti concernono l’esistenza di specifiche competenze ed esperienze nel settore, partendo da una laurea in discipline umanistiche o giuridiche e l’assenza di cause di ineleggibilita’ e incompatibilita’ che mirano a garantire l’assoluta indipendenza e terzieta’ del Garante;

La durata dell’incarico è di 5 anni.

Per quanto riguarda il trattamento economico è pari al 35% dell’indennita’ di carica (6600 euro lordi mensili) spettante ai Consiglieri regionali, il rimborso delle spese di trasporto effettivamente sostenute e documentate per impegni istituzionali e il trattamento di missione previsti per il personale regionale con funzioni dirigenziali.