RICICLO

Rifiuti elettrici, incremento del 3,7% nella raccolta

Mazzocca: «si può fare di più»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

58

Rifiuti elettrici, incremento del 3,7% nella raccolta

ABRUZZO.  Secondo le statistiche del Dossier Raee (rifiuti da apparecchiature elettrice ed elettroniche), nel corso del 2014, la Regione Abruzzo ha raccolto 3.970.017 kg (quasi 4 mila tonnellate) di Raee, con un incremento del 3,7% rispetto al 2013, crescita superiore a quella riscontrata nel resto del Paese.

La raccolta pro capite si ferma, invece, a 2,98 kg di Raee raccolti per abitante, dato al di sotto della media nazionale (pari a 3,8 kg/ab.) e lontano dagli obiettivi di raccolta stabiliti dalla normativa europea.

A rendere noti tali risultati sono stati, ieri mattina, a Pescara, in Regione, nel corso di una conferenza stampa, l'assessore all'Ambiente, Mario Mazzocca, e il direttore generale del Centro di Coordinamento Raee, Fabrizio Longoni.

PRIMA LA PROVINCIA DI TERAMO

La provincia di Teramo e' risultata prima sia per raccolta assoluta che per la raccolta pro capite. In particolare, si sono registrati dati in crescita per tutte le province ad eccezione di Pescara (-21,3%). Sono aumentati in modo significativo anche i Centri di Raccolta comunali presenti sul territorio, che sono passati dai 36 del 2013 ai 46 del 2014, con un incremento pari al 28%. A questi si sommano 8 altri centri attivi sul territorio, per un totale di quattro ogni 100.000 abitanti. Si tratta di punti di raccolta dove i cittadini abruzzesi possono conferire gratuitamente le proprie apparecchiature elettriche ed elettroniche, una volta che queste hanno concluso il proprio ciclo di vita.

«Sono convinto che si possa e si debba fare di piu' in questo ambito - ha dichiarato l'assessore Mazzocca - anche perche' la prevenzione e la riduzione della produzione dei rifiuti rappresentano una scelta prioritaria nella programmazione regionale di settore, un ambito di intervento al quale abbiamo scelto di destinare importanti risorse, parte delle quali verranno utilizzate per migliorare la dotazione infrastrutturale regionale. A tal proposito - ha proseguito - sono grato al Centro di Coordinamento Raee per il determinante contributo che apporta in questo settore attraverso la realizzazione dei dossier con i dati di dettaglio sulla situazione della raccolta dei rifiuti derivanti dalle apparecchiature elettroniche nelle singole regioni italiane. Un momento di studio e di confronto, di presa d'atto di quanto lavoro sia stato fatto e di quanto occorra ancora farne per accrescere gli standard della sostenibilita' ambientale in questo ambito di riferimento». Intanto, arrivano segnali incoraggianti anche in relazione alla raccolta dei primi quattro mesi del 2015 che ha fatto registrare un incremento del 7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

«Il nostro obiettivo - ha aggiunto Mazzocca - e' quello di proseguire la politica di infrastrutturazione che abbiamo avviato come Regione. Un scelta - ha concluso - che non solo consentira' all'Abruzzo di migliorare il dato di raccolta pro capite ma che ci portera' anche a raggiungere almeno la media italiana nel breve periodo ed a creare i presupposti per centrare gli obiettivi 2019».