IMPRESE

Credito agli artigiani: maglia nera all’Abruzzo (-20%) e a Teramo (-24%)

Artigiancassa e Banca d’Italia analizzano i dati dei finanziamenti bancari alle imprese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

23

CRISI ECONOMICA

ABRUZZO. Scioccante l’ultima analisi di Artigiancassa e Banca d’Italia  sui finanziamenti bancari alle imprese artigiane abruzzesi nel periodo 2010-2014. 

Negli ultimi cinque anni, in Abruzzo, le aziende artigiane hanno visto ridursi del 20% il proprio credito a fronte di una media nazionale che si attesta al -17,6% (nel Mezzogiorno è al -13,4%).  Complessivamente si evince che nel 2010, alle  imprese artigiane abruzzesi, sono stati erogati dal sistema creditizio 1.290.787.153 di euro a fronte di 1.046.162.470 di euro  elargiti del 2014.

Anche i dati provinciali sono stati analizzati nel dettaglio: a Chieti nel 2010 sono stati erogati 370.766.243 di euro mentre nel 2014  solo 313.598.264 di euro (-15%); a L’Aquila  nel 2010 sono stati erogati 237.635.808 di euro  e nel 2014  gli euro sono stati 201.432.422 (-15%); a Pescara nel 2010 sono stati erogati 298.464.417 di euro mentre nel 2014  gli euro scendono a 241.319.969 (- 19%) infine a Teramo nel 2010 sono stati erogati 383.910.685 di euro  mentre nel 2014 solo 289.811.815 di euro (-24%).

A Teramo, dunque,  la maglia nera per minor finanziamenti alle imprese artigiane erogati negli ultimi cinque anni in Abruzzo e sempre Teramo si attesta come l’ottava provincia in Italia per saldo negativo (capofila Biella  con - 28%). Tuttavia, nei primi cinque mesi del 2015,  il sistema delle piccole imprese artigiane appare in lieve ripresa, grazie anche all'attività dei Confidi Casartigiani Abruzzo che in tale periodo hanno deliberato garanzie per circa 60 milioni di euro alle aziende associate.