LA SELEZIONE INSINDACABILE

Lavoro, l’Arta cerca un dirigente nel settore controllo e qualità

Invio curricula per altri 7 giorni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2170

Lavoro, l’Arta cerca un dirigente nel settore controllo e qualità

Mario Amicone

PESCARA. L’Arta, agenzia regionale per la tutela dell’Ambiente, cerca un dirigente che si occupi di ‘qualità delle prestazioni, controllo di gestione, performance, digitalizzazione e innovazione tecnologica’.
Il bando è comparso qualche giorno fa sul sito dell’agenzia regionale e le selezioni resteranno aperte fino a domenica 10 febbraio.
La scelta sarà operata dal direttore generale, Mario Amcione, il cui incarico è stato rinnovato (non senza polemiche) dalla giunta regionale guidata da Luciano D’Alfonso, proprio qualche giorno fa.
Il Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale ha chiesto al governatore di chiarire i motivi della scelta che lo hanno portato a confermare Amicone alla guida dell’Arta.
Di certo il direttore generale resterà in sella per almeno altri 11 mesi e sarà lui, adesso, a scegliere il nuovo dirigente di cui ha bisogno l’agenzia, con proprio provvedimento, dopo la valutazione comparativa dei curricula ad opera di una commissione tecnica.
La commissione, così come viene chiarito nel bando, visionerà le varie candidature e dovrà tirare fuori una rosa di nomi da passare poi al direttore generale che provvederà alla nomina del dirigente che ritiene più idoneo «con proprio provvedimento motivato».
Il candidato, si legge sul bando, «deve possedere elevate competenze gestionali in ambito amministrativo e tecnico con particolare riferimento ai programmi complessi ed alla gestione di progetti ed obiettivi di rilevanza strategica».
Per potersi candidare bisogna aver conseguito una laurea in Giurisprudenza o in Scienze Politiche o Economia e Commercio o Ingegneria ma si deve anche aver prestato servizio in pubbliche amministrazioni, organismi ed enti pubblici o privati per almeno 5 anni in funzioni dirigenziali.
Il contratto ha una durata pari a quella del direttore amministrativo e comunque non superiore ai 3 anni.
Sempre l’Arta ha poi deciso di sospendere la procedura inerente il conferimento dell’incarico dirigenziale a tempo determinato del ruolo amministrativo. L’iter era stato avviato all’inizio del 2014.

ARTA ABRUZZO DELIBERA 16/2015