CASA PD

Congresso Pd, commissione respinge ricorso Di Sabatino

Candidati segretari restano 5. Primarie aperte il 1° marzo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2038

Congresso Pd, commissione respinge ricorso Di Sabatino

PESCARA. La Commissione nazionale di Garanzia del Partito Democratico, presieduta da Gianni Dal Moro, «in applicazione dell'articolo 21 comma 2 dello Statuto nazionale del Pd», ha respinto il ricorso presentato da Renzo Di Sabatino, presidente della Provincia di Teramo, contro il provvedimento del Pd regionale che ha escluso per incompatibilità la sua candidatura in vista del Congresso.
Lo riferisce il coordinatore della Commissione congressuale regionale, Manola Di Pasquale.
Il Pd regionale aveva richiesto alla Direzione nazionale una deroga per la candidatura alla segreteria del partito abruzzese, in vista del Congresso, di Renzo Di Sabatino che, in base al regolamento, è incompatibile. La Direzione nazionale, però, non ha risposto e la Commissione congressuale regionale ha dichiarato incompatibile Di Sabatino, il quale ha presentato ricorso contro il provvedimento.
Sulla decisione interviene la senatrice Stefania Pezzopane (Pd), che esprime soddisfazione: «Sono dispiaciuta e rammaricata che Di Sabatino, persona di cui ho molta stima e che apprezzo - dice la parlamentare abruzzese - sia stato tirato dentro questa assurda vicenda, di cui avremmo fatto tutti volentieri a meno. D'altronde lo Statuto del Pd c'è e parla chiaro. Il ricorso era proprio da evitare. Adesso che è stata fatta chiarezza, i candidati possono dedicarsi ad una competizione serena. Auguro a tutti loro buon lavoro. Abbiamo bisogno di un bel Pd, moderno, efficace e radicato nel territorio».
Confermata, dunque, l'incandidabilità del presidente della Provincia di Teramo, i candidati segretari restano cinque: Andrea Catena, Alexandra Coppola, Paolo Della Ventura, Alessandro Marzoli e Marco Rapino.

LE PRIMARIE
Le primarie aperte si svolgeranno il primo marzo.
Il 31 gennaio scade il tempo per la presentazione delle liste provinciali per le elezioni della convenzione regionale; l’ 8 febbraio si terranno tutte le riunioni dei circoli per la nomina dei componenti della convenzione e la selezione dei candidati alla segreteria regionale; il 9 febbraio convenzione regionale.
E poi ancora il 16 febbraio 2015 entro le ore 20,00 dovrà avvenire la presentazione delle liste collegate ai candidati a segretario regionale e suddivise tra i quattro collegi provinciali per l’elezione dei componenti dell’assemblea regionale (120 complessivi). Infine, come detto, il 1° marzo dalle 8,00 alle 20 primarie per la scelta del segretario e dei componenti dell’assemblea regionale.

DI SABATINO: «SONO SERENO»
«Accolgo questi fatti con assoluta serenità», commenta invece Di Sabatino, «e faccio i miei migliori auguri ai competitori politici in corsa: ognuno di loro ha le caratteristiche giuste per giocarsi questa partita in un momento che necessita di tutta la nostra buona volontà di militanti democratici, di una capacità di critica e di una autorevole e autonoma elaborazione di sintesi; di una vena di ottimistica speranza combinata all’abitudine all’ impegno e al “duro lavoro” per costruire un laboratorio Abruzzo vivace in grado di elaborare e produrre senza sudditanze e restituire con generosità alla comunità e al partito».