L'INIZIATIVA

Regione: ogni mese incontri con cittadini e imprese

D'Alessandro: «bisogna incidere su vita reale»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1625

Regione: ogni mese incontri con cittadini e imprese

ABRUZZO. «A distanza di cento anni dal terribile sisma del 1915 che sconvolse la Marsica, elimineremo la vergogna delle baracche che sono ancora presenti a Balsorano. Il presidente D'Alfonso ha già recuperato, per tale finalità, risorse per circa 200 mila euro alle quali se ne aggiungeranno presto delle altre. Questa è la differenza tra una Regione Funzione e una Regione finzione».
Lo ha sottolineato il consigliere regionale delegato, Camillo D'Alessandro, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa ‘La Regione incontra i cittadini’ il cui primo appuntamento è fissato per venerdì 23 nelle sedi delle quattro amministrazioni provinciali (inizio ore 9.00).
«Una Regione finzione - ha rimarcato D'Alessandro - si nutre della lontananza. Più si è lontani, meno si è rintracciabili. Invece, noi vogliamo essere raggiunti dai problemi perché i problemi li abbiamo in odio. Per diventare Funzione occorre, quindi, creare un rapporto costante con l'utenza - ha proseguito - e l'utenza racchiude territori, imprese e cittadini e cioè chi vive e investe in una determinata area».
Un esempio di Regione finzione?
«Solo una finzione può stanziare risorse su interventi che non diventano mai realizzazioni - ha spiegato Camillo D'Alessandro - per questo abbiamo ristabilito la regola morale causa-effetto tra risorse e cantiere. Se i progetti non diventano cantierabili, noi non lasceremo neanche un centesimo ghiacciato e intanto abbiamo già spostato 25 milioni di euro dalle carte ai fatti».
"Regione incontra" è un'attività di ascolto rispetto alle problematiche della gente e di confronto sulle scelte strategiche da compiere, fortemente voluta dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso.
«L'obiettivo - ha proseguito il consigliere regionale - è quello di costruire una Regione che diventi l'esatto opposto di quello che ancora rappresenta oggi. Una regione che quindi, incida concretamente sulla vita reale dei cittadini. Ecco perchè non saranno coinvolti solo i membri dell'Esecutivo ma l'intero 'establishment' regionale intendendo per tale sia i vertici delle Asl e di società pubbliche sia i capi dipartimento che i consiglieri regionali».

APPUNTAMENTO UN VENERDI’ AL MESE
Il programma, che si svilupperà lungo l'intera durata della legislatura, al momento, prevede che un venerdì al mese, in tutte e quattro le Province, assessori regionali, presidenti di commissione, direttori, capi dipartimento, vertici aziendali, amministratori di società regionali incontrino cittadini, imprese e territori su ogni questione sospesa o su problemi comunque riferibili all'Ente.
L'idea cardine del presidente D'Alfonso è quella di «spogliare la Regione della sua lontananza, di stabilire chiaramente la dimensione dell'utenza e arrivare definitivamente a costituire una funzione per i progetti di tutti gli abruzzesi e di chi vuole realizzare il proprio progetto di vita in Abruzzo».
Si partirà venerdì con quattro incontri in contemporanea. In provincia di Pescara, il presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, sarà affiancato dall'assessore Sclocco, dal consigliere regionale Balducci, dal direttore generale Cristina Gerardis e dal manager Asl D'Amario oltre che dal presidente Arpa D'Amico. In provincia di Chieti, sono previsti, invece, gli interventi dell'assessore alla Programmazione sanitaria ed al Bilancio, Silvio Paolucci, dei consiglieri regionali D'Alessandro, Olivieri, Paolini e Monaco oltre a quelli dei capi dipartimento Savini e Di Biase e del manager della Asl Zavattaro. In provincia dell'Aquila, il vice presidente Lolli e l'assessore Di Matteo guideranno una delegazione composta dal presidente del Consiglio regionale Di Pangrazio e dai consiglieri Pietrucci, Di Nicola e Berardinetti oltre che dai capi dipartimento Zappacosta e Di Rino. Infine, in provincia di Teramo, la Regione sarà rappresentata dagli assessori Pepe e Mazzocca oltre che dai consiglieri regionali Mariani e Monticelli e dai capi dipartimento Muraglia e Di Paolo. Ovviamente, nel corso dei vari appuntamenti, ci sarà una rotazione nelle presenze a seconda degli argomenti e dei settori coinvolti.