IN CONSIGLIO REGIONALE

Bollo auto, «no all’aumento sulle auto meno inquinanti»

La risoluzione urgente è stata presentata da Bracco (M5S)

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1775

Bollo auto, «no all’aumento sulle auto meno inquinanti»

L’AQUILA. Il Consigliere del Movimento 5 Stelle, Leandro Bracco, ha presentato questa mattina una risoluzione urgente nella quale evidenzia che con la delibera di giunta 673/c del 3 ottobre 2011 è entrato in vigore, a partire dal primo gennaio 2012, un aumento del 10% del bollo auto.
Inoltre, osserva Bracco, la Legge di Stabilità 2015 prevede che le Regioni possano attuare un ulteriore rialzo del costo del bollo auto fino alla soglia massima del 12%, in base alla potenza e alle emissioni inquinanti dei singoli veicoli.
Quindi, aggiunge che da molti mesi il mercato automobilistico abruzzese è sostanzialmente fermo a causa di una crisi economica che anziché diminuire d’intensità si aggrava sempre più. 

Nel rilevare che le autovetture cosiddette ibride producono circa il 25% in meno di anidride carbonica e il 75% in meno di monossido di carbonio, il consigliere Bracco, con la sua risoluzione impegna la Giunta regionale a non aumentare per il 2015 il costo del bollo auto per tutte le autovetture che non appartengono alla categoria dei veicoli di lusso e sportive di grossa cilindrata.
Pertanto, impegna la Regione a prevedere, compatibilmente con il rispetto degli equilibri di bilancio, l’emanazione di incentivi finalizzati all’acquisto di automobili ibride, quindi meno impattanti rispetto all’ambiente.
Per chi acquisterà autovetture green si chiede, nella risoluzione del Consigliere Bracco, l’esenzione per tre anni dal pagamento del bollo. Mentre, per le auto di lusso e quelle sportive – si sottolinea nel documento politico - il pagamento del bollo inizierà sin dall’immatricolazione.