FONDI

Lavoro Abruzzo, «1,6 milioni per occupazione svantaggiati»

L’annuncio dell’assessore Marinella Sclocco

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1818

Lavoro Abruzzo, «1,6 milioni per occupazione svantaggiati»

ABRUZZO. Ammontano a complessivi 1,6 milioni di euro le risorse previste nell'ambito del progetto speciale multiasse "Abruzzo Inclusivo", pubblicato oggi sul portale della Direzione Lavoro della Regione Abruzzo.
Si articola su due linee di intervento: sportello di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale, finanziata con 500.000 euro e finalizzata all'individuazione, presa in carico e redazione di un progetto individuale di inclusione socio-lavorativa; azioni di inclusione attiva, per la cui attuazione invece sono stati stanziati 1,1 milioni di euro, diretta all'attivazione di tirocini extracurriculari ed all'erogazione di voucher di servizio.
«Grazie a questo nuovo avviso pubblico - ha dichiarato l'assessore con delega alle Politiche sociali Marinella Sclocco - intendiamo promuovere percorsi integrati e personalizzati volti a migliorare le condizioni di occupabilità dei soggetti in carico ai servizi sociali abruzzesi minacciati da potenziali fattori di emarginazione, sperimentando una partnership pubblico-privato fondata sull'integrazione tra politiche sociali, sanitarie, formative e del lavoro. Al fine di attuare buone prassi utili per la successiva attuazione del PO FSE 2014-2020 - ha aggiunto l'assessore - sperimenteremo altresì un servizio innovativo per l'inclusione sociale multitarget basato su un approccio comunitario».
I destinatari degli interventi sono persone residenti in Abruzzo, disoccupati o inoccupati, gravati da una delle seguenti condizioni di svantaggio: disabili, over 45 anni, donne vittime di violenza, persone uscite dalla dipendenza, ex detenuti, immigrati, senza fissa dimora, persone in situazione di povertà certificata Isee inferiore a 6.000 euro.
Le candidature, presentate esclusivamente da Associazioni temporanee di scopo costituite o costituende, dovranno pervenire presso la sede regionale mediante raccomandata A/R o inviate tramite l'indirizzo di posta certificata  entro e non oltre il prossimo 26 gennaio 2015.