IN CONSIGLIO

Abruzzo. Modifiche allo Statuto regionale: arrivano il sottosegretario e le giunte itineranti

Introdotto anche il sistema voto elettronico

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1334

Abruzzo. Modifiche allo Statuto regionale: arrivano il sottosegretario e le giunte itineranti
L’AQUILA. Il Consiglio regionale d'Abruzzo, nella seduta pomeridiana di ieri seguita al question time, ha approvato, in seconda lettura e in via definitiva, le modifiche allo Statuto regionale.
Si prevede dunque l'istituzione della figura del sottosegretario alla Presidenza della Giunta, per la quale il presidente della Giunta, Luciano D'Alfonso (ieri assente perché in missione a Bruxelles), ha incaricato il consigliere regionale Pd Camillo D'Alessandro.
Inoltre è prevista la possibilità di convocare sedute della Giunta regionale "tematiche", in luoghi diversi dall'Aquila e Pescara. Introdotto anche il sistema elettronico di voto in tutte le sedute del Consiglio.
Sull’istituzione del sottosegretario il centrodestra non ha nascosto le proprie perplessità: «abbiamo parlato giorni e giorni delle modifiche allo statuto che servono solo a dare il titolo, la stelletta per il consigliere D'Alessandro, che nulla aggiungono all'autorevolezza del consigliere del Pd in Consiglio da tre consiliature - ha spiegato il vice presidente del Consiglio Paolo Gatti, consigliere di Forza Italia - Avremmo potuto investire il tempo per parlare di lavoro e imprese, come abbiamo fatto noi nella precedente consiliatura quando la disoccupazione, sia pure preoccupante, era in linea con la media nazionale. Ora che il tasso di disoccupazione in Abruzzo è di un punto sopra la media nazionale, al di là degli annunci di D'Alfonso, non si capisce qual è la strategia, la rotta che vuole seguire il centrosinistra e in questo senso quali misure». Anche il Movimento 5 Stelle si è opposto a questa modifica.

L'Aula ha poi approvato un ordine del giorno, di iniziativa dell'Ufficio di Presidenza, che propone una ulteriore modifica dello Statuto e impegna il presidente del Consiglio regionale a portare avanti una proposta che consenta una rappresentanza, all'interno dello stesso Ufficio di Presidenza, a tutti quei gruppi politici presenti in Assemblea che abbiano presentato un candidato alla carica di presidente della Giunta regionale, cioè un rappresentante del Movimento Cinque Stelle.
Il Consiglio regionale ha poi approvato una risoluzione che impegna il presidente della Giunta a utilizzare le graduatorie del concorso “Ripam Abruzzo” (in cui figurano circa 700 candidati risultati idonei) per eventuali assunzioni a tempo determinato o indeterminato presso la Regione.
Da mesi, infatti, candidati risultati idonei, attendono una chiamata ma spesso le amministrazioni comunali (abruzzesi e non) preferiscono rifare ex novo procedure concorsuali invece di attingere dalla graduatoriagià stilata e in corso di validità.

FONDI ALLA CULTURA
E’ arrivato il sì anche per un progetto di legge che, nel rispetto della normativa europea in materia, assegna un contributo di 300mila euro al Teatro Stabile d'Abruzzo, 60mila euro al Premio "Ignazio Silone" e 20mila euro al Drammateatro di Popoli. Nel corso dei lavori, l'Aula ha approvato a maggioranza, con l'astensione dei consiglieri di centrodestra, il PdL n.21/2014 inerente "Disposizioni adempimento obblighi della Regione Abruzzo derivanti all'appartenenza dell'Italia alla U.E. - Legge europea regionale 2014".
La seduta è proseguita poi con l'approvazione di tre risoluzioni. La prima, presentata dai Consiglieri del M5S e dai Consiglieri regionali di maggioranza eletti nella circoscrizione dell'Aquila, è stata approvata a maggioranza e impegna la Giunta a garantire la "continuità assistenziale della ASL Avezzano-Sulmona-L'Aquila". E’ stata invece approvata all'unanimità la risoluzione a firma di Leandro Bracco (M5S) che impegna la Giunta ad attuare con estrema urgenza i provvedimenti per garantire la massima sicurezza ai cittadini che si sottopongo alla vaccinazione.
«Nella risoluzione presentata nel corso della seduta del Consiglio regionale di ieri,- spiega Bracco- ho cercato di dar seguito a quanto previsto dall’art. 32 della Costituzione, che stabilisce, tra l’altro, la tutela della salute come fondamentale diritto dell’individuo e che nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. Nel testo ho chiesto espressamente alla Giunta di valutare, se necessario, un periodo di sospensione per la somministrazione del vaccino, in modo tale da poter svolgere tutte le attività di approfondimento del caso e di diramare un comunicato a tutti i presidi ospedalieri non appena si avrà un responso scientifico- sanitario su quanto accaduto».

 Sempre all'unanimità, è stata approvata la risoluzione per i lavori urgenti di manutenzione e pulizia del canale del Fosso Grande di Spoltore, presentata dal Consigliere Domenico Pettinari (M5S).
Dopo la votazione, li lavori sono stati chiusi dal Presidente Giuseppe Di Pangrazio che ha annunciato la nuova convocazione del Consiglio, fissata per il prossimo martedì, 9 dicembre, alle ore 15.00.