TRASPARENZA

Bracco (M5S): «fateci accedere al sistema informatico contabile»

Risoluzione del consigliere di minoranza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1029

Bracco (M5S): «fateci accedere al sistema informatico contabile»




L’AQUILA. Una risoluzione urgente per consentire a Consiglieri regionali e responsabili dei gruppi consiliari di accedere al Sistema informativo contabile (Sic) della Regione Abruzzo.
Lo chiede il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Leandro Bracco, al Presidente della Giunta, Luciano D’Alfonso.
Il fine del provvedimento è quello di dare attuazione al principio di trasparenza dell’amministrazione regionale.
«Nel precedente esecutivo guidato da Gianni Chiodi era stata data la possibilità a Consiglieri regionali e responsabili delle segreterie dei gruppi politici di accedere al Sistema informativo contabile della Regione – ha ricordato Leandro Bracco –. In questo modo i Consiglieri regionali non solo potevano prendere visione dell’andamento dei conti del bilancio ma potevano anche verificare se i capitoli da utilizzare per le proposte di legge con impegno finanziario fossero capienti oppure no». 

«Voglio sottolineare – continua l’esponente del M5S – che la trasparenza amministrativa è, a detta del Governatore D’Alfonso, il cavallo di battaglia della maggioranza di centrosinistra. Votando favorevolmente per questa risoluzione urgente, lo stesso D’Alfonso e la sua Giunta hanno la possibilità concreta di far seguire i fatti alle parole. Inoltre nella passata legislatura – ha aggiunto Bracco – si erano tenuti specifici corsi di formazione per gli addetti alle segreterie dei gruppi al fine di dare contezza sull’utilizzo degli strumenti finanziari e della programmazione europea. Questi corsi sono molto utili per la formazione del personale allo scopo di dare un valido supporto ai Consiglieri regionali. Con il cambio di legislatura – conclude il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle – e in seguito alla formazione dei nuovi gruppi, si è avuto un rinnovo del personale delle segreterie e dunque sarebbe altamente auspicabile riproporre questi corsi e avere la possibilità di accedere al Sic per migliorare la qualità legislativa».