RICICLO

Rifiuti, la Regione concede 8mln di euro alle società per il compostaggio

Obiettivo è: «aumentare la dotazione infrastrutturale della regione»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1782

Rifiuti, la Regione concede 8mln di euro alle società per il compostaggio




ABRUZZO. Modernizzare la gestione del ciclo integrato dei rifiuti, potenziando e ottimizzando il sistema impiantistico regionale di trattamento e di compostaggio. E' l'obiettivo dell'accordo di programma - sottoscritto dalla Regione Abruzzo e le quattro province e approvato dalla giunta (DGR 749 del 11/11/2014) su proposta dell'assessore regionale Mario Mazzocca - che destina circa 8 milioni di euro di fondi Fas al completamento del sistema impiantistico di compostaggio/digestione anaerobica dei rifiuti. A beneficiare dei finanziamenti saranno soggetti pubblici operanti nell'ambito della programmazione e gestione di settore.
Nello specifico, l'ACIAM (1,5 mln euro) e la COGESA (1,5mln euro) per quanto riguarda il comprensorio aquilano, il Comune di Palombaro (65mila euro) e il Comune di Torrebruna (65 mila euro) per la provincia teatina, AMBIENTE Spa (2,5mln euro) e il Comune di Lettomanoppello (70 mila euro) per il Pescarese, il CIRSU (2,1 mln euro) per la provincia di Teramo.
«Si tratta», spiega l'assessore Mazzocca, «di un provvedimento di grande rilievo grazie al quale contribuiremo in maniera significativa ad accrescere e migliorare la dotazione infrastrutturale regionale. Il che ci permetterà di contribuire al raggiungimento degli obiettivi previsti dalla legge, vale a dire la riduzione della produzione dei rifiuti e l'aumento della raccolta differenziata. Non solo. In questa maniera miglioreremo sensibilmente la qualità dei servizi offerti ai cittadini secondo criteri di efficienza, efficacia e soprattutto risparmio, nel senso di una riduzione delle tariffe applicate ai cittadini».