VERTENZE E LAVORO

«Quale futuro per Sistema all’interno di Arpa?»

I dipendenti di questa società chiedono un incontro a D’Alfonso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2714

ARPA




CHIETI. Un incontro urgente con il presidente Luciano D’Alfonso è stato chiesto dai lavoratori di Sistema (società che fa capo all’Arpa), al termine di un’assemblea sindacale interna che non ha lasciato affatto soddisfatti molti partecipanti. Addirittura in un appello a Luciano D’Alfonso ed in un contatto telefonico, la definizione più soft è stata che si era svolta una «farsa, ben architettata dai vertici Arpa e da alcuni sindacati».
Questo ha portato alla rottura interna della movimento dei lavoratori, giudicato un sintomo pericoloso per la soluzione dei problemi sul tappeto. Da anni ormai i dipendenti di Sistema sono alle prese con progetti di smembramento, di chiusura, di esternalizzazione dei servizi che svolge questa società, di liti interne tra i vertici nominati dal centrodestra, di futuro incerto per il centinaio di lavoratori che vedono un futuro nebuloso e sempre meno chiaro.
«Valentini&company per bocca del presidente Luciano D’Amico e forse per bocca anche sua – dicono i dipendenti di Sistema – hanno vanificato tutte le aspettative che ci aveva fatto intravvedere nei suoi interventi pre e post elettorali».
 Ora questi dipendenti voglio conoscere in concreto cosa succede sia per la futura società unica dei trasporti, sia per le vicende sospese e rimaste tali: annullamento della gara d’appalto per le pulizie, azzeramento dell’attuale vertice «per palese e sistematico conflitto di interesse», rinnovo dei contratti di biglietteria ed acquisizione da parte dell’Arpa delle quote azionarie di Sistema in mano ai privati.

Sebastiano Calella