SANITA'

Ticket disabili e anziani, centrodestra mobilitato in tutti i Comuni

Presentato un Ordine del giorno per chiedere al sospensione dei provvedimenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2385

Ticket disabili e anziani, centrodestra mobilitato in tutti i Comuni

ABRUZZO. La sfida del centrodestra contro i provvedimenti del Commissario alla Sanità, Luciano D’Alfonso, sui ticket prestazioni a disabili (compartecipazione), arriva in tutti i Comuni abruzzesi che presenteranno, a partire da oggi e nei giorni seguenti, un apposito ordine del giorno.
A fare da apripista i 4 capoluoghi di provincia con gli atti presentati dai capigruppo di Forza Italia in Consiglio comunale: Chieti (Emiliano Vitale), Pescara (Marcello Antonelli), Teramo (Alessia De Paulis) e L’Aquila (Guido Liris).
All’iniziativa hanno aderito anche i rappresentanti di Ncd e delle liste altre liste civiche. «Questo – spiegano i Consiglieri regionali di Forza Italia, Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri - è un passaggio importante in attesa della seduta straordinaria del Consiglio regionale che si riunirà martedì 30 settembre proprio per discutere la risoluzione urgente presentata da Forza Italia e sottoscritta dagli altri partiti dell’opposizione. Martedì porteremo in Aula anche la protesta e la voce di tutto il territorio regionale rappresentato dalle amministrazioni comunali, dalle famiglie e da numerose associazioni. E’ bene precisare che a causa di questi provvedimenti i Comuni, con i bilanci fortemente danneggiati a causa dei continui tagli, subiranno un duro colpo e saranno costretti a chiedere ulteriori sacrifici alle famiglie sulle quali graveranno costi che ammontano a circa 1.500/2.000 euro».

Con questo Ordine del giorno, le Amministrazioni comunali chiedono al Presidente della Giunta Regionale e Commissario ad acta Luciano D’Alfonso di sospendere l’efficacia dei Decreti e quindi l’introduzione della quota di compartecipazione, stabilita per il 1 ottobre 2014; costituire un fondo sociale con giusta capienza di risorse finanziarie da destinare ai Comuni per coprire le spese per gli anziani e i disabili meno abbienti; concludere la riorganizzazione e la riconversione della rete dell’offerta residenziale e semiresidenziale, al fine di superare le criticità rilevate dal Comitato Lea e offrire le strutture sanitarie adeguate ai pazienti nel rispetto dei giusti setting assistenziali.


LIRIS (FI): FORZA ITALIA L'AQUILA A FIANCO DI DISABILI E ANZIANI!

«I provvedimenti firmati sono anti-sociali e vanno ad aggravare le già compromesse casse dei Comuni della nostra Regione» è dura la presa di posizione del vicepresidente Regionale di Forza Italia e Capogruppo in Comune Guido Quintino Liris
«In mancanza di capacità di copertura da parte dei Comuni saranno i cittadini a pagare: oggi la politica non si può permettere di dare messaggi negativi nel campo del socio-sanitario. Tutto questo è ancora più grave se pensiamo che ancora non è stato completato il censimento delle reali esigenze in Regione Abruzzo per quanto riguarda i posti letto dei disabili, non è stato istituito un fondo ad hoc per i Comuni per sostenere queste spese di compartecipazione, il Patto per la Salute già discusso in Conferenza Stato Regioni a livello nazionale e ora in procinto di essere licenziato dal Consiglio dei Ministri rivoluzionerebbe tutto il mondo della Sanità e potrebbe rendere i provvedimenti di D'Alfonso tanto anacronistici quanto inattuabili» continua Liris.