OPERE PUBBLICHE

Sblocca Italia, 1.552 milioni di euro per appalti Anas

Ci sono anche 62 milioni per l’asse Viario Gamberale-Civitaluparella

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2102

Sblocca Italia, 1.552 milioni di euro per appalti Anas

ROMA. Il Decreto Sblocca Italia mette a disposizione dell’Anas un totale di 1.552 milioni di euro, che consentono di avviare investimenti per oltre 1.925 milioni di euro per ammodernare e innalzare i livelli di sicurezza della rete di 25 mila km di strade e autostrade in gestione.
Lo ha annunciato il presidente dell’Anas Pietro Ciucci, nel corso dell’audizione alla Camera dei Deputati, presso la Commissione VIII Ambiente, Territorio e Lavori pubblici.
Ciucci ha ricordato che per quanto riguarda gli interventi di competenza del Gruppo Anas, il fabbisogno previsto dalla Relazione Tecnica del Decreto Legge è di 635 milioni di euro, per gli interventi appaltabili entro il 31 dicembre 2014 e cantierabili entro il 30 giugno 2015, e di 917 milioni di euro, per quelli appaltabili entro il 30 aprile 2015 e cantierabili entro il 31 agosto 2015.
Accanto agli stanziamenti per nuove opere, il provvedimento ha dato priorità ad alcuni interventi urgenti di manutenzione straordinaria, «interventi che per loro stessa natura sono caratterizzati da una rapida appaltabilità».
Per quanto riguarda l’Abruzzo si parla di 62 milioni di euro per l’asse Viario Gamberale-Civitaluparella che consentono di avviare un investimento complessivo di 112 milioni di euro.

Altri interventi appaltabili entro il 31 dicembre 2014 e cantierabili entro il 30 giugno 2015: completamento e ottimizzazione della Torino-Milano con la viabilità locale mediante l’interconnessione tra la SS 32 e la SP 299-Tangenziale di Novara-lotto 0 e lotto 1 in Piemonte (72 milioni di euro, che consentono di avviare un investimento complessivo di 124,5 milioni di euro); il rifinanziamento dell’art.1 co. 70 della legge 147/2013 relativo al superamento delle criticità sulle infrastrutture viarie concernenti ponti e gallerie (300 milioni di euro); la messa in sicurezza dei principali svincoli della strada statale 131 in Sardegna (143 milioni di euro).
Agli interventi di competenza Anas, si aggiunge lo stanziamento di 120 milioni di euro per la Quadrilatero Umbria-Marche, società del Gruppo Anas. Tale importo è destinato alla copertura dei fabbisogni per il completamento di alcune opere del Maxilotto 1 e del Maxilotto 2.

Per quanto riguarda le previsioni di completamento del Maxilotto 1, allo stato attuale le lavorazioni lungo il tracciato della SS77 hanno raggiunto un avanzamento pari al 92% delle prestazioni contrattuali. Entro la fine del 2014 è prevista l’ultimazione di un tratto funzionale da Colfiorito a Serravalle del Chienti. I lavori dell’intero asse saranno completati entro aprile del 2015. Sono altresì in corso di esecuzione i lavori per l’intervento della SS3 ‘Flaminia’, tratto Pontecentesimo-Foligno, per i quali la data di ultimazione prevista è la fine del 2015.
Per quanto concerne il Maxilotto 2, i lavori sono stati riavviati, pur in presenza della procedura di vendita del complesso industriale del Contraente Generale Dirpa (che si dovrebbe perfezionare entro l’autunno). Sulla base del nuovo crono programma presentato dal Commissario Straordinario di DIRPA, i termini di completamento di tutte le opere della direttrice Perugia-Ancona sono previsti nel 2015 per la SS 318 (tratto umbro) e nel 2017 per la SS 76 (tratto marchigiano).

Interventi appaltabili entro il 30 aprile 2015 e cantierabili entro il 31 agosto 2015: lavori di ammodernamento ed adeguamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria dallo svincolo di Rogliano allo svincolo di Altilia in Calabria (381 milioni di euro); Autostrada Salerno-Reggio Calabria svincolo Laureana di Borrello in Calabria (38 milioni di euro); completamento della S.S. 291 in Sardegna (81 milioni di euro che consentono di avviare un investimento complessivo di 106 milioni di Euro); Variante della “Tremezzina” sulla strada statale internazionale 340 “Regina” in Lombardia (210 milioni di euro che consentono di avviare un investimento complessivo di 330 milioni di Euro); Primo lotto Asse viario S.S. 212 Fortorina in Campania (65 milioni di euro); Collegamento stradale Masserano-Ghemme in Piemonte (80 milioni di euro che consentono di avviare un investimento complessivo di 205 milioni di euro).