DILAZIONE

Abruzzo. Adeguamento sismico. Termine slitta al 31 dicembre 2014

Il consiglio regionale ha approvato il nuovo termine

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1039

Abruzzo. Adeguamento sismico. Termine slitta al 31 dicembre 2014



ABRUZZO. Il Consiglio Regionale nella seduta di ieri ha approvato il progetto di legge 10/14, licenziato in mattinata dalla I Commissione Consiliare, in cui è contenuta la proroga dei termini per l’adeguamento sismico (L.R. 28/11) al 31 dicembre 2014.
Accogliendo le richieste pervenute da più parti, il consiglio ha ritenuto doveroso spostare a fine anno l’entrata in vigore delle disposizioni contenute nella legge regionale.
«E’ un atto dovuto – commenta il consigliere Pierpaolo Pietrucci – per avere il tempo necessario a prevedere tale adeguamento normativo».
 Province e comuni avevano già in passato fatto sentire la loro voce, in quanto tra i primi destinatari di istanze e dunque costretti ad un carico di lavoro che avrebbe messo in crisi i loro uffici.
«E’ una misura necessaria in questo frangente – incalza il Capogruppo Mariani – ma abbiamo intenzione di rivedere la legge 28/11. Così come concepita, risulta tendenzialmente inapplicabile e sulla scorta di quanto ha recentemente previsto il governo nazionale nella normativa di riferimento, dobbiamo dotare anche l’Abruzzo di procedure snelle e semplificate».
Anche il collegio dei geometri qualche settimana fa aveva fatto sentire la propria voce, paventando un ingessamento delle procedure con pesanti ripercussioni a carico del settore edilizio.
«Il Consiglio Regionale è intervenuto tempestivamente per prendere tempo – conclude Mariani – ma ho intenzione di convocare gli Uffici competenti nonché gli ordini professionali della Regione, per discutere con loro della strada da perseguire per dare finalmente attuazione a questa legge».