NOMINE

Asl Teramo, Fagnano è il nuovo manager

Il suo curriculum giudicato più adatto per fare il manager

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4442

Asl Teramo, Fagnano è il nuovo manager

Roberto Fagnano




TERAMO. Roberto Fagnano. Con molta probabilità sarà lui – già direttore della sanità in Molise - il nuovo manager della Asl di Teramo che stamattina sarà nominato dalla Giunta regionale.
Nella notte sono salite improvvisamente le quotazioni di questo candidato che in un lungo testa a testa ha bruciato sul traguardo Antonello Maraldo, l’altro possibile manager e più noto come ex direttore amministrativo della Asl di Lanciano-Vasto. Non è bastata dunque a Maraldo la bella rimonta che lo ha fatto passare dall’improvvisa ed immotivata defenestrazione dalla Asl di Lanciano-Vasto ad opera del centrodestra di Chiodi a candidato nella Asl di chi lo aveva licenziato. Fagnano probabilmente ha potuto giocare meglio la sua esperienza recente nella struttura nazionale che si occupa del monitoraggio delle Regioni sotto Piano di rientro in sanità – e l’Abruzzo è ancora in questa condizione – ma anche la sua carriera amministrativa è stata considerata complessivamente più aderente ai bisogni della Asl di Teramo.
Trova così pace questa Asl squassata dalle recenti nomine di manager che si sono dimessi: l’ultimo è Paolo Rolleri, che ha lasciato il primo agosto scorso, mentre prima aveva lasciato Giustino Varrassi. E’ molto probabile perciò che oggi sarà Fagnano il candidato che nel conclave di D’Alfonso entrerà cardinale per uscire papa. A meno che – come può accadere per l’influenza dello “Spirito santo” – qualche voto non sfugga al rigido controllo per l’ok alla sua candidatura.

Sebastiano Calella

ARRIVA LA NOMINA UFFICIALE

In tarda serata la giunta ha formalizzato l'incarico con la delibera di giunta. 

«Per la prima volta», ha sottolineato D'Alfonso, «la nomina del direttore generale di una Asl viene istruita in seno al comitato ristretto dei sindaci, per poi presentarla al prefetto di Teramo: infatti, la sanità è materia sia del territorio che dello stato e credo che questa sia una bella pagina di buona amministrazione».
 Nei prossimi giorni il nuovo direttore generale sarà presentato ai sindaci dei comuni territorialmente interessati.
Paolucci ha spiegato che il contratto del neo manager ha una durata di tre anni rinnovabile per altri due, «ma - ha specificato - in caso di riorganizzazione del sistema delle Als abruzzesi, il contratto prevede l'automatica decadenza dello stesso, in modo da non offrire spunti per eventuali contenziosi».
 Sempre l'assessore Paolucci ha detto che in sede di valutazione dei curricula pervenuti, «è stata presa in considerazione la capacità dei candidati di proporre soluzioni per intervenire sul potenziamento dello screening e della prevenzione e sull'abbattimento dei tempi di attesa».

Fagnano Roberto, CURRICULUM