LA POLEMICA

Asili nido, Sclocco annuncia: «trasferito ai Comuni il primo milione»

Gatti: «la delibera era nostra, l’assessore trovi fondi nuovi»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1060

Asili nido, Sclocco annuncia: «trasferito ai Comuni il primo milione»

Marinella Sclocco


ABRUZZO. Ammontano a circa un milione di euro le somme trasferite oggi dalla Regione ai Comuni abruzzesi per l'aumento dei posti negli asili nido e per coprire le spese di gestione.
Lo ha annunciato l'assessore con delega alle politiche sociali e al diritto all'istruzione, Marinella Sclocco, la quale ha spiegato che «quello stanziato oggi rappresenta un primo provvedimento di riparto di 926 mila euro, cui farà seguito, nei prossimi giorni, una ulteriore assegnazione di fondi, per altri 3 milioni circa, attualmente in corso di istruttoria: un primo segnale che la Regione intende offrire ai Comuni e alle famiglie abruzzesi in occasione della riapertura dei nidi, destinato anche a supportare l'aumento dei posti, a fronte di una domanda crescente».
L'assessore regionale ha poi detto che i servizi per la prima infanzia costituiscono una priorità cui dare un forte impulso nella prossima programmazione regionale «allo scopo di adeguare i nostri servizi ai livelli richiesti dall'Unione europea che prevedono di coprire il servizio per almeno il 33% dei bambini nella fascia 0-2 anni, mentre oggi in Abruzzo siamo a meno di un terzo di questo obiettivo».

«CON QUALE DELIBERA DI GIUNTA SONO STATI INDIVIDUATI I FINANZIAMENTI?»

E dopo l’annuncio scoppia la prima polemica: «vorrei chiedere all'assessore Sclocco con quale delibera di Giunta o di Consiglio, o con quale atto del componente la Giunta regionale, siano stati decisi questi nuovi finanziamenti, che mi renderebbero assai lieto e consentirebbero a tanti Comuni abruzzesi di abbattere le liste d'attesa».
La domanda arriva dal vice presidente del Consiglio regionale, Paolo Gatti: «ho l'impressione, ma spero ancora di sbagliarmi, che si tratti di atti meramente esecutivi di liquidazione di esclusiva competenza degli uffici, che fanno seguito ad una delibera di Giunta, la numero 68 del 2013, che ho avuto il piacere di relazionare e proporre a suo tempo in Giunta regionale. Delibera che prevedeva, guarda caso, tre milioni per il 2013 e altrettanti per il 2014 (a valere sui fondi FAS) per un servizio al quale la precedente amministrazione regionale ha dedicato grande attenzione e soprattutto risorse notevoli. Se non fosse possibile smentire queste mie affermazioni, vorrei allora segnalare all’assessore Sclocco l’inopportunità di comunicati stampa che possono ingenerare aspettative fuorvianti negli amministratori comunali e nei cittadini. E vorrei chiederle, invece, di attivarsi per reperire davvero finanziamenti nuovi invece che perder tempo ad annunciare, spacciandoli per propri, quelli già noti, definiti e derivanti esclusivamente da decisioni del passato governo regionale. Con l'occasione, visto che siamo ormai in settembre, mi permetto di sollecitare nuovamente l'avviso “voucher per l'alta formazione”, che migliaia di ragazzi abruzzesi attendono da oltre un mese; questo si, sarebbe il primo atto del nuovo assessore, in esplicita continuità con quanto fatto negli anni precedenti».

SCLOCCO:  «GATTI STIA TRANQUILLO»

«Si tranquillizzi il consigliere Gatti perché non abbiamo ingenerato nessuna fuorviante aspettativa né negli amministratori comunali, né tantomeno nei cittadini abruzzesi. Anzi, grazie a questo provvedimento, abbiamo deciso di dare ascolto alle loro istanze relative al sostegno dei servizi per l'infanzia, procedendo con tempestività alla liquidazione dei fondi FAS dovuti ai Comuni abruzzesi per favorire l'aumento dei posti negli asili nido e per la copertura delle loro spese di gestione», replica Sclocco. «Piuttosto che perdere tempo a rispondere a domande retoriche, ribadisco che nessuno ha mai parlato di "nuovi finanziamenti"».