VIABILITA'

Estate: Anas, nessun bollino nero. Niente più esodo, vacanze sempre più brevi

Spostamenti entro i 100 km

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1490

Estate: Anas, nessun bollino nero. Niente più esodo, vacanze sempre più brevi

Estate: Anas, nessun bollino nero. Niente più esodo, vacanze sempre più brevi 
Spostamenti entro i 100 km 
Anas, bollino nero, esodo, vacanze, viabilità
ROMA. Cambiano i colori nelle previsioni del traffico vacanziero, ma il risultato è sempre quello: bisogna cercare di evitare di mettersi in viaggio verso le località di villeggiatura i primi due sabato di agosto. 
L'Anas, che oggi ha presentato il suo Piano per l'esodo estivo 2014, non prevede nessuna giornata da "bollino nero" ma due da "profondo rosso", per l'appunto il 2 a il 9 agosto. 
A differenza di Autostrade per l'Italia, che invece per sabato 9 vede "nero". Tutti d'accordo, invece, sul fatto che sono profondamente cambiate le abitudini degli italiani: ormai relegati all'epoca in cui l'Italia era un Paese fortemente industrializzato gli esodi vacanzieri - quando le fabbriche chiudevano a fine luglio e tutti insieme si partiva ad agosto per la lunga villeggiatura - oggi le vacanze sono "mordi e fuggi". 
Brevi e con spostamenti entro i cento chilometri di distanza. 
«Più week end allungati che lunghe vacanze - ha chiarito il presidente di Anas, Pietro Ciucci - più pendolarismo che esodo».
 Questo significa che chi si occupa della sicurezza stradale non può più concentrare gli sforzi in un determinato periodo, ma il "presidio" deve essere continuativo per tutta la stagione. L'Anas ha dunque previsto «l'ulteriore rafforzamento delle informazioni all'utenza e il potenziamento della presenza di personale sulle tratte stradali e autostradali maggiormente interessate ai flussi vacanzieri, in collaborazione con Polizia stradale, Vigili del Fuoco, Regioni, sotto il coordinamento della Sala operativa nazionale e del Centro di coordinamento nazionale Viabilità Italia».
I CANTIERI
 Saranno ridotti i cantieri, croce degli automobilisti, ad eccezione di quelli inamovibili: 5 sulle autostrade non a pedaggio, 13 sui raccordi autostradali e 184 sulle strade statali. In particolare, sulla Salerno-Reggio Calabria, per la quale l'Anas ha già realizzato 341 km di nuova autostrada, saranno presenti solo tre cantieri inamovibili e di questi solo uno, quello tra Lauria e Laino Borgo, di circa 4 km, comporta la circolazione a senso unico di marcia, mentre sugli altri due cantieri (Lagonegro e Scilla) sono disponibili tre corsie di nuova autostrada. La situazione, ha sottolineato Ciucci, è migliorata rispetto agli anni passati: sulla A3 i cantieri inamovibili con conseguenze sulla circolazione sono passati dai 94 km del 2011 ai circa 4 km del 2014 e rappresentano appena lo 0,9% dell'intero tracciato autostradale. Oltre al 2 e 9 agosto, l'Anas (e tutto il sistema di Viabilità Italia) considera a rischio di traffico intenso tutti i fine settimana da qui a fine agosto. Nei prossimi giorni i flussi maggiori si avranno dal pomeriggio di venerdì 1 agosto alla mattina di lunedì 4 agosto, soprattutto sulle strade statali in prossimità dei grandi centri urbani e sulle direttrici verso le località balneari e verso la frontiera. 
CONTROLLI 
Il neodirettore centrale delle Specialità della Polizia di Stato, Roberto Sgalla, ha invitato a fare attenzione al consumo di alcol: «incrementeremo i servizi e i controlli soprattutto nei confronti dell'utenza giovanile» ha avvertito. Sgalla ha puntato il dito anche contro la distrazione alla guida, richiamando i conducenti a un uso "intelligente" di telefonini e smartphone. 
ROMA. Cambiano i colori nelle previsioni del traffico vacanziero, ma il risultato è sempre quello: bisogna cercare di evitare di mettersi in viaggio verso le località di villeggiatura i primi due sabato di agosto. L'Anas, che oggi ha presentato il suo Piano per l'esodo estivo 2014, non prevede nessuna giornata da "bollino nero" ma due da "profondo rosso", per l'appunto il 2 a il 9 agosto. A differenza di Autostrade per l'Italia, che invece per sabato 9 vede "nero". Tutti d'accordo, invece, sul fatto che sono profondamente cambiate le abitudini degli italiani: ormai relegati all'epoca in cui l'Italia era un Paese fortemente industrializzato gli esodi vacanzieri - quando le fabbriche chiudevano a fine luglio e tutti insieme si partiva ad agosto per la lunga villeggiatura - oggi le vacanze sono "mordi e fuggi". Brevi e con spostamenti entro i cento chilometri di distanza. «Più week end allungati che lunghe vacanze - ha chiarito il presidente di Anas, Pietro Ciucci - più pendolarismo che esodo». Questo significa che chi si occupa della sicurezza stradale non può più concentrare gli sforzi in un determinato periodo, ma il "presidio" deve essere continuativo per tutta la stagione. L'Anas ha dunque previsto «l'ulteriore rafforzamento delle informazioni all'utenza e il potenziamento della presenza di personale sulle tratte stradali e autostradali maggiormente interessate ai flussi vacanzieri, in collaborazione con Polizia stradale, Vigili del Fuoco, Regioni, sotto il coordinamento della Sala operativa nazionale e del Centro di coordinamento nazionale Viabilità Italia».

I CANTIERI 

Saranno ridotti i cantieri, croce degli automobilisti, ad eccezione di quelli inamovibili: 5 sulle autostrade non a pedaggio, 13 sui raccordi autostradali e 184 sulle strade statali. In particolare, sulla Salerno-Reggio Calabria, per la quale l'Anas ha già realizzato 341 km di nuova autostrada, saranno presenti solo tre cantieri inamovibili e di questi solo uno, quello tra Lauria e Laino Borgo, di circa 4 km, comporta la circolazione a senso unico di marcia, mentre sugli altri due cantieri (Lagonegro e Scilla) sono disponibili tre corsie di nuova autostrada. La situazione, ha sottolineato Ciucci, è migliorata rispetto agli anni passati: sulla A3 i cantieri inamovibili con conseguenze sulla circolazione sono passati dai 94 km del 2011 ai circa 4 km del 2014 e rappresentano appena lo 0,9% dell'intero tracciato autostradale. Oltre al 2 e 9 agosto, l'Anas (e tutto il sistema di Viabilità Italia) considera a rischio di traffico intenso tutti i fine settimana da qui a fine agosto. Nei prossimi giorni i flussi maggiori si avranno dal pomeriggio di venerdì 1 agosto alla mattina di lunedì 4 agosto, soprattutto sulle strade statali in prossimità dei grandi centri urbani e sulle direttrici verso le località balneari e verso la frontiera.

 CONTROLLI 

Il neodirettore centrale delle Specialità della Polizia di Stato, Roberto Sgalla, ha invitato a fare attenzione al consumo di alcol: «incrementeremo i servizi e i controlli soprattutto nei confronti dell'utenza giovanile» ha avvertito. Sgalla ha puntato il dito anche contro la distrazione alla guida, richiamando i conducenti a un uso "intelligente" di telefonini e smartphone.