FONDI PUBBLICI

Soldi alle emittenti tv locali, congelata la graduatoria

Servirà una nuova riunione per dirimere una questione su una fattura

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9436

Soldi alle emittenti tv locali, congelata la graduatoria




ABRUZZO. Colpo di scena sui fondi destinati alle emittenti televisive abruzzesi dopo «una più attenta disamina».

E’ stata sospesa giovedì scorso da parte del Corecom Abruzzo la graduatoria relativa al bando pubblico riservato alle tv locali per favorire il passaggio delle trasmissioni televisive dal sistema analogico al sistema digitale. Si tratta di 1 milione di euro per finanziare esclusivamente gli impianti ed attrezzature necessarie all’adeguamento tecnologico in sostituzione degli impianti analogici esistenti e legittimamente ed effettivamente funzionanti.
La graduatoria era stata approvata il 26 giugno scorso ma come si evince dal nuovo documento firmato quattro giorni fa «da una più attenta disamina della documentazione» rimessa dalla Commissione aggiudicatrice sarebbero emerse delle novità e sarebbe necessaria una nuova riunione.
Nel bando si chiariva che i finanziamenti non possano essere erogati per l’acquisto di attrezzature da utilizzarsi negli impianti ubicati nel sito di San Silvestro, a Pescara, dal momento che la delibera Agcom 93/12Cons non include il sito nel “Piano nazionale delle frequenze”. Sempre nel bando era specificato che tra le spese ammissibili rientrano anche le spese sostenute per investimenti non ancora realizzati ma da realizzarsi entro tre mesi dalla pubblicazione del bando ma nessuna tv locale ha scelto questa opzione.
La novità che è saltata fuori negli ultimi giorni è che bisogna analizzare meglio, a quanto pare, una fattura presentata dalla tv Antenna 10. Si legge nel documento «nei verbali risulta che la fattura n° 53 del 28/03/2013 per l’importo complessivo pari ad euro 271.099,50 di Antenna 10, è stata ritenuta ammissibile per la parte quietanzata fino al 31/01/2014, al netto dei costi relativi alla postazione esclusa di San Silvestro, per un ammontare pari ad euro 42.394,54, in quanto la Commissione medesima non ha ritenuto di prendere in considerazione l’integrazione prodotta dalla società suddetta in data 21/05/2014, acquisita al prot. 10855/SSAI, contenente le ulteriori quietanze di pagamento successive al 31/01/2014».

Dunque per il momento la graduatoria è ‘congelata’.
Nel bando di specificava che rispetto a fatture con data precedente alla pubblicazione del bando (22 gennaio 2014), relative ad investimenti già effettuati, non interamente saldate, sono da considerarsi ammissibili tutte le spese sostenute sino al termine finale per l’attribuzione del contributo.
Nove le beneficiarie da quanto emerso dalla graduatoria provvisoria oggi oggetto di stop per un totale di 844.164 euro, mentre sono rimaste fuori altre tre emittenti per carenza di documentazione, compresa l’emittente aquilana Tv Uno. Un milione di euro che dunque andrà spartito, in proporzione al punteggio ottenuto, tra Rete 8 (che ha chiesto 200 mila euro), Tvq (ne ha chiesti 135.591) , Telemare (112.861 euro), Air Srl (34.564 euro), Antenna 10 (40.412 euro), Tv6 Srl (129.066 euro), Essepi Srl (65.801 euro), Teleponte (73.666 euro) e Telesirio (52.199 euro).
Escluse, invece, oltre a Tv Uno anche Onda Tv di Sulmona e Antenna 3.