BUONE INTENZIONI

Infrastrutture, D‘Alfonso chiede ricognizione sui debiti delle partecipate

«Serve razionalizzazione e poi una ripulitura»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1939

Infrastrutture, D‘Alfonso chiede ricognizione sui debiti delle partecipate





ABRUZZO. Ier il presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, ha tenuto una riunione operativa con la direttrice del settore Trasporti della Regione, Carla Mannetti, alla presenza del Consigliere regionale delegato, Camillo D’Alessandro.
Nel corso dell'incontro D'Alfonso ha verificato la consistenza della struttura regionale di settore e ha impartito le direttive principali: «Innanzitutto voglio che sia effettuata la rilevazione dei debiti certificati, soprattutto in relazione alle società partecipate; quindi procederemo a una razionalizzazione e infine a una ripulitura».
Per quanto riguarda il Piano delle infrastrutture stradali che lunedì a Roma verrà presentato al ministero competente, sono stati individuati i seguenti obiettivi in ordine di priorità: completamento della Fondovalle Sangro; SS 17 da Amatrice a L'Aquila con proseguimento sulla direttrice San Gregorio-Navelli-Bussi sul Tirino; quarto lotto della Teramo mare; Pedemontana direttrice Marche-Abruzzo-Molise; Loreto Aprutino-Penne; variante all'abitato di Vasto sulla SS16.

LA LINEA PESCARA- ROMA
A livello ferroviario, si punterà alla riduzione dei tempi di percorrenza sulla linea Pescara-Roma con potenziamento dell'intermodalità ferro-gomma; all'aumento della velocità fino a 200 km/h sulla linea Adriatica e alla creazione di un collegamento Pescara-L'Aquila via Pratola Peligna, utilizzando un tratto attualmente in uso tecnico a Rfi che porterà il tempo di percorrenza complessivo a circa 80 minuti.
Tutto questo fermo restando l'interesse per il funzionamento ottimale degli hub portuali - attraverso il completamento delle procedure riferite ai Prg portuali per la connessa realizzazione delle opere di armatura e di organizzazione degli spazi - e delle ulteriori "opere d’arte" necessarie al potenziamento degli spazi a terra dell'aeroporto d’Abruzzo.
«Martedì prossimo nella seduta di Giunta verrà adottata la delibera delle opere strategiche secondo una graduazione di importanza programmatica. La Fondovalle Sangro è il nostro sbocco verso il Tirreno - ha spiegato il presidente della Giunta regionale- mentre la SS 17 permetterà un miglior collegamento tra L'Aquila e Pescara. La Pedemontana è la soluzione ideale per decongestionare la SS 16, la vera opera della Marca Adriatica, mentre velocizzando il percorso Loreto Aprutino-Penne si aprirà un accesso privilegiato dalla costa pescarese al Gran Sasso. Ci faremo carico -ha concluso D'Alfonso - di accelerare i tempi di definizione dei progetti fino all’appaltabilità, premureremo per il conseguimento di ogni parere occorrente, monitoreremo la copertura finanziaria sia di competenza che di cassa, come la contabilità pubblica distingue, assumendo la funzione di un vero e proprio assistente istituzionale».