ANTENNE DRITTE

Abruzzo, 2 milioni di euro alle tv locali in 6 mesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7447

Abruzzo, 2 milioni di euro alle tv locali in 6 mesi


ABRUZZO. Pioggia di milioni di euro sulle emittenti televisive locali abruzzesi.
Proprio qualche giorno fa gli uffici del Consiglio Regionale hanno approvato la graduatoria per i contributi da destinare al passaggio delle trasmissioni televisive dal sistema analogico al sistema digitale.
Lo switch off è avvenuto a maggio del 2012 e un mese prima la Regione ha approvato una delibera per lo stanziamento di 1 milione di euro per favorire il passaggio dal sistema analogico al sistema digitale terrestre solo per le emittenti con sede in Abruzzo. I passaggi per la predisposizione del bando si sono dilungati e solo a marzo scorso è stata nominata la commissione aggiudicatrice che ha dovuto procedere alla valutazione dei progetti arrivati.
Da qui la predisposizione della graduatoria delle emittenti ammesse all’erogazione dei contributi.
Il finanziamento è da destinarsi esclusivamente all’acquisto degli impianti ed attrezzature necessarie all’adeguamento tecnologico in sostituzione degli impianti analogici esistenti e legittimamente ed effettivamente funzionanti. Nel bando si chiariva, inoltre, che i finanziamenti non possano essere erogati per l’acquisto di attrezzature da utilizzarsi negli impianti ubicati nel sito di San Silvestro, Pescara, dal momento che la delibera Agcom 93/12Cons non include il sito nel “Piano nazionale delle frequenze”. Sempre nel bando era specificato che tra le spese ammissibili rientrano anche le spese sostenute per investimenti non ancora realizzati ma da realizzarsi entro tre mesi dalla pubblicazione del bando ma nessuna tv locale ha scelto questa opzione.

Nove le beneficiarie per un totale di 844.164 euro, mentre sono rimaste fuori altre tre emittenti per carenza di documentazione, compresa l’emittente aquilana Tv Uno che questi giorni sta vivendo uno sciopero dei dipendenti per mancata erogazione degli stipendi.
Un milione di euro che dunque andrà spartito, in proporzione al punteggio ottenuto, tra Rete 8 (che ha chiesto 200 mila euro), Tvq (ne ha chiesti 135.591) , Telemare (112.861 euro), Air Srl (34.564 euro), Antenna 10 (40.412 euro), Tv6 Srl (129.066 euro), Essepi Srl (65.801 euro), Teleponte (73.666 euro) e Telesirio (52.199 euro).
Escluse, invece, oltre a Tv Uno anche Onda Tv di Sulmona e Antenna 3.
Solo sei mesi fa il Corecom aveva girato alle stesse emittenti locali un altro milione di euro, ovvero i contributi statali per l’anno 2012. A Rete 8 sono stati versati 257mila euro, a Tv Sei 191mila euro ad Antenna 10 171mila euro, 162mila euro a testa a Teleponte e a Nuova Teleabruzzo Regionale.
16 mila euro a testa, invece, per TVQ, TeleSirio, Antenna 2, TRST, TVT e Onda TV.