IL DOCUMENTO

Elezioni Abruzzo. Ecco il verbale corretto della Corte d’Appello

Alessio Monaco entra ufficialmente alla Regione. Rettificato errore

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3156

Elezioni Abruzzo. Ecco il verbale corretto della Corte d’Appello

Alessio Monaco


ABRUZZO. Eccolo il verbale elettorale (il secondo)  della Corte d’appello dell’Aquila con il nome degli eletti definitivi al Consiglio regionale.
C’è anche Alessio Monaco (Regione facile) che in un primo momento era stato escluso per una ripartizione errata a causa di una trascrizione sbagliata dei dati elettorali di Teramo e che ora è inserito con tanto di asterisco “dato corretto”.
E il verbale si conclude così: «il Presidente comunica ai consiglieri l’avvenuta proclamazione».
 Anche il Consiglio regionale alle 11,59 pubblica un comunicato con il nome degli eletti e chiude così una settimana di fuoco sulla composizione incerta del nuovo Consiglio che ora, salvo ricorsi, dovrebbe essere quella annunciata con il secondo verbale della Corte d’Appello che PrimaDaNoi.it pubblica.
Il primo a rallegrarsi della notizia è naturalmente Alessio Monaco, che ha atteso fiducioso le decisioni prima al Tribunale di Teramo e poi in Corte d’appello all’Aquila: «Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicino, dall’avvocato Vincenzo Colalillo, a Paolo Sisti e ad Arturo Scopino che mi hanno aiutato a sbrogliare una matassa difficile, dopo la scoperta dei dati errati trascritti a Teramo – dichiara il neo consigliere con un pizzico di soddisfazione – in questi giorni mi sono trovato di fronte a qualcosa di inaspettato che sicuramente ha messo a dura prova sia me che il mio staff. Ringrazio anche il Tribunale di Teramo e la Corte d’appello dell’Aquila per la celerità della decisione. Ora mi metterò subito al lavoro per onorare il mio impegno per l’Abruzzo. Diciamo che dopo queste vicende arrivo in Consiglio ancora più carico di voglia di fare».
 Soddisfatto naturalmente anche l’avvocato Colalillo, raggiunto telefonicamente nel suo studio di Isernia, che così spiega: «Non si trattava della correzione di un errore, ma di una rettifica dei risultati. Infatti con la correzione un provvedimento sarebbe stato meno rapido, perché significava rivedere tutti i dati. Questa è soltanto una rettifica, un’operazione di secondo livello prevista dall’ordinamento che non cambia sostanzialmente i dati, salvo quelli rettificati e che a cascata modifica tutto il resto». Quindi oggi l’eletto è Alessio Monaco, ufficialmente inserito nell’elenco dei consiglieri che ce l’hanno fatta. Ed il Pd perde il suo 11° consigliere (Antonio Innaurato), visto che in Provincia di Chieti elegge due candidati invece di tre e cioè solo Silvio Paolucci e Camillo D’Alessandro.

Sebastiano Calella

ELEZIONI ABRUZZO. VERBALE CORRETTO DELLA CORTE D'APPELLO