IL DOCUMENTO INTEGRALE

Elezioni Abruzzo, ecco il verbale della Corte d’Appello con il clamoroso errore

A “Regione facile” attribuiti solo 571 voti invece di 8571

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6317

Elezioni Abruzzo, ecco il verbale della Corte d’Appello con il clamoroso errore





ABRUZZO. L’assegnazione corretta dei seggi alla Regione dipende forse dal Tribunale di Teramo (ufficio elettorale) dove Alessio Monaco, candidato nella Lista Regione facile, fin da stamattina è in fila per essere ricevuto e per verificare gli eventuali errori materiali da lui segnalati ieri nei conteggi trasmessi all’Aquila.
«A mio parere – spiega telefonicamente – nel verbale trasmesso da Teramo alla Corte d’appello ci sono errori materiali che ho già segnalato nell’istanza presentata ieri. Adesso sto aspettando di essere ricevuto per verificare  di persona se si tratta di un’impressione o se c’è proprio una trasmissione errata di dati. Il punto è semplice: a pagina 27 del verbale di assegnazione dei seggi risulta che a Regione facile sono stati attribuiti 571 voti. Se poi si va a pagina 43 si può vedere facilmente che i singoli candidati hanno raggiunto 7841 preferenze. Qualcosa non quadra».
 In realtà poco sopra tutte le altre liste vengono accreditate di somme ben più elevate di 571 voti e la diretta concorrente di Regione Facile, cioè Abruzzo civico, viene accreditata di 6665.
 Sommando le preferenze dei candidati di Abruzzo civico si arriva ad un totale di 6009 voti, ai quali probabilmente sono stati aggiunti i voti dati solo alla lista per un totale finale di 6665. 

«Se lo stesso meccanismo vale per Regione facile», aggiunge Monaco, «è quasi certo che i 571 voti sono pochi e potrebbero essere quelli presi solo dalla lista a cui probabilmente vanno aggiunti i 7841 voti di preferenza, per un totale di 8412 voti. Il che farebbe saltare tutte le somme e tutti i quozienti calcolati male».
 Infatti a pagina 6 del verbale, nel quadro riassuntivo dei risultati delle liste, Abruzzo civico assomma 33.949 voti e Regione facile 29.245, con l’attribuzione di soli 571 voti nella circoscrizione di Teramo.
«Se al termine della verifica diretta che sto facendo a Teramo le mie perplessità saranno confermate – conclude Alessio Monaco – produrrò un’integrazione alla mia istanza di ieri alla Corte d’appello per sanare subito questo errore materiale».
L’errore di attribuzione dei seggi era stato segnalato da PrimaDaNoi.it fin nei primissimi minuti dopo la proclamazione. Non tornava l’11 seggio al Pd ma soprattutto non si spiegava un solo consigliere a “Regione facile” che aveva avuto quasi 4 mila voti in più di Abruzzo Civico che pure aveva preso due seggi.
Non disponendo del verbale ufficiale della Corte d’Appello avevamo pensato che l’errore fosse stato nei conteggi finali dei giudici invece ora sappiamo che il conteggio dei giudici è corretto ma che questi avevano a disposizione dati errati e nello specifico la tabella riassuntiva fornita dall'ufficio elettorale di Teramo.
Come è nato l’errore? Di sicuro deve ricercarsi nella catena di collegamento tra l’emissione dei dati dall’ufficio elettorale locale e l’arrivo alla Corte d’Appello.  

Sebastiano Calella

ABRUZZO. Verbale Elezione Del Consiglio e Del Presidente Della Giunta