VERSO IL VOTO

Elezioni regionali: Abruzzo Civico dimentica i documenti ed è corsa per non essere esclusa

La lista dei 'transfughi' con Stati, Gerosolimo e Anastasio è stata poi riammessa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2170

Elezioni regionali: Abruzzo Civico dimentica i documenti ed è corsa per non essere esclusa




L'AQUILA . Manca la fotocopia dei documenti dei sette candidati, il tribunale dell'Aquila esclude la lista aquilana di Abruzzo Civico dal voto delle prossime regionali.
Corsa contro il tempo, dunque, per sanare il problema. Si tratta della cosiddetta "lista dei transfughi" che, a sostegno del candidato presidente del centrosinistra, Luciano D'Alfonso, candida esponenti già di centrodestra, come l'ex assessore regionale Daniela Stati, il consigliere provinciale ex Udc Andrea Gerosolimo, ma anche alcuni 'ribelli' del Partito democratico, come l'ex sindaco di Pizzoli, Gianni Anastasio, che non ha accettato la mancata candidatura.
In particolare, la copia del documento di identità dovrebbe corredare per ognuno dei candidati l'autocertificazione che attesta l'assenza di cause di ineleggibilità. Ma non è stata presentata per nessuno, e quindi i sette nomi sono stati via via eliminati fino a rendere la lista impresentabile perché con zero candidati.
In teoria il vizio dovrebbe essere facilmente sanabile presentando la documentazione integrativa, anche se i tempi sono ristretti e sempre normati dalla legge regionale 9/2013, dai commi 2, 3 e 4 dell'articolo 13.
«I delegati di ciascuna lista possono prendere cognizione, entro la stessa sera, delle contestazioni effettuate». Dopodiché, «l'Ufficio centrale circoscrizionale torna a riunirsi il giorno successivo, alle ore 9, per ascoltare eventualmente i delegati delle liste contestate o modificate ed ammettere nuovi documenti o un nuovo contrassegno e deliberare seduta stante». In ogni caso, «le decisioni dell'Ufficio centrale circoscrizionale devono essere comunicate, nella stessa giornata, ai delegati della lista».
Abruzzo Civico si dice ottimista: «il rilievo, di carattere meramente formale, non comporta l’esclusione della lista, ma la necessità di integrazione dei documenti che, come prevede la legge, sarà effettuata entro lunedì mattina. In questo modo la situazione sarà regolarizzata».

RIAMMESSA LA LISTA
Riammessa la lista provinciale dell'Aquila di Abruzzo Civico, che sostiene Luciano D'Alfonso alle elezioni regionali del prossimo 25 maggio. Lo conferma il rappresentante di lista, Massimiliano Angelucci, che questa mattina ha consegnato la documentazione integrativa la cui assenza aveva comportato la mancata ammissione, unica tra le 14 liste presentate.
«Stamattina si è riunito il collegio dei tre giudici presieduto da Giuseppe Romano Gargarella - spiega - e già alle 9.15 avevano riammesso la lista. Abbiamo portato le fotocopie dei documenti di identità che andavano allegate alle autocertificazioni di inesistenza di cause di ineleggibilità per tutti i candidati».
«C'è stata una nostra dimenticanza nella fretta di portare i documenti - ammette Angelucci - ma non c'era stata una vera e propria esclusione della lista»