SANITA'

Pescara, inaugurato il day ospital oncoematologia pediatrica

Lo spazio dedicato solo ai malati più piccoli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2191

Pescara, inaugurato il day ospital oncoematologia pediatrica




PESCARA. E' stato inaugurato ieri a Pescara il day hospital di Oncoematologia Pediatrica, uno spazio dedicato esclusivamente ai piccoli pazienti del reparto.
A volerlo e' stato l'Agbe, Associazione genitori bambini empatici, che e' arrivata al suo quindicesimo anno di attività e ha già realizzato altri importanti progetti a Pescara.
L'associazione presieduta da Massimo Parenti ha dato vita alla struttura di Oncoematologia Pediatrica "Trenta ore per la vita" a maggio 2003 e successivamente ha creato una struttura nei pressi dell'ospedale denominata "Casa Trenta ore per la vita" dove l'associazione accoglie le famiglie dei bambini malati di tumore. Inoltre ha attivato il progetto di trasporto da casa all'ospedale dei bambini con le mamme, gratuitamente. La madrina della manifestazione di oggi e' stata Lorella Cuccarini, da sempre vicina all'associazione, insieme a "Trenta ore per la vita", di cui e' testimonial, presieduta da Rita Salci.
A margine dell’inaugurazione il commissario alla Sanità Gianni Chiodi ha annunciato che per ridurre i tempi delle liste di attesa è stato stabilito con le Asl di ampliare l’orario di attività dei servizi ambulatoriali e radiologici nei giorni festivi e prefestivi e di mantenere aperti gli ospedali per almeno due giorni settimanali, anche negli orari serali dalle ore 20 alle 24. Il nuovo servizio notturno riguarderà prestazioni importanti come mammografie, ecografie, TAC e risonanze magnetiche. «Si tratta di un importante traguardo – ha spiegato Chiodi - che siamo riusciti ad ottenere grazie agli sforzi compiuti per risanare i conti, che ci permettono ora di concentrare le nostre attenzioni sul miglioramento dell’offerta sanitaria. Ultimo esempio, vero e proprio fiore all’occhiello di una sanità che non vuole solo assistere ma prendersi cura in tutto e per tutto del paziente, è il reparto di Pescara, punto di eccellenza e segno tangibile di questo circolo virtuoso. Solo pochi giorni fa abbiamo inaugurato una nuova struttura hospice a L’Aquila, la sesta in pochi anni. E dire che quando abbiamo iniziato ve ne era solo una. La disponibilità di maggiori risorse ci consente inoltre di dare il via a nuove assunzioni di personale, grazie allo sblocco totale del turn-over, ottenuto dai Ministeri dopo quattro anni di conti in ordine».
Chiodi si è poi soffermato a visitare il reparto, accompagnato dai medici, dai volontari, dai bambini e dalle loro famiglie. Una piccola festa alla quale hanno partecipato anche Lorella Cuccarini, testimonial dell’associazione Trenta Ore per la vita, il direttore generale della Asl, Claudio D’Amario, i componenti dell’associazione genitori bambini emopatici.