LA POLEMICA

Ombrina Mare, parlamentari M5S contro Pezzopane: «è una piccola ingannatrice»

«E’ tornata in Abruzzo raccontando bugie»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2078

Ombrina Mare, parlamentari M5S contro Pezzopane: «è una piccola ingannatrice»




ABRUZZO. Due giorni fa il senato ha respinto la mozione del senatore M5S Gianluca Castaldi che chiedeva di assumere iniziative di carattere normativo volte a modificare l’ articolo 6, comma 17, del decreto legislativo n. 152 del 2006.
Un articolo che avrebbe ripristinato il divieto di attività di ricerca, di prospezione, nonché di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare entro le 12 miglia, anche per i procedimenti concessori in corso alla data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 128 del 2010.
Il Senato ha invece votato un ordine del giorno che il M5S non ha votato. Non sono mancate proteste in Abruzzo (da parte di Maurizio Acerbo –Rc- e Enzo Di Salvatore – Tsipras), che hanno fatto notare che un ordine del giorno serva e ben poco ma è necessaria una vera e propria legge per bloccare le trivellazioni.
Dopo l’ok in Senato «la senatrice del PD Pezzopane si e' subito prodigata in una operazione di pura propaganda», contestano oggi i parlamentari pentastellati Enza Blundo, Gianluca Castaldi, Gianluca Vacca, Andrea Colletti e Daniele De Grosso, «dichiarando di tornare nella sua Regione, che è anche la nostra, "potendo raccontare non solo di aver presentato una legge, come fosse una coccarda, ma avendo concretamente fatto, assieme ai miei colleghi del Partito Democratico e degli altri che hanno sostenuto quest'ordine del giorno, una cosa utile e concreta non solo per l'ambiente ma anche per lo sviluppo economico delle coste del nostro Paese". Lei non ha presentata nessuna legge due giorni fa: ha ritirato la mozione da lei sottoscritta per convergere su un Ordine del giorno della sua maggioranza larga».

La senatrice Pezzopane parla di "sospensione del progetto 'Ombrina Mare" e i grillini contestano: «è falso. E la sfidiamo a mostrare e dimostrare agli abruzzesi il come si realizza questa sua affermazione. Ed in quale parte dell’Odg approvato dalla larga maggioranza e’ scritto. Bisognerà avvertire i sindaci Pd della costa abruzzese che hanno fatto ricorso al Tar Lazio contro l'autorizzazione per Ombrina Mare. Ed avvisare i 40.000 partecipanti della grande manifestazione dell'anno scorso. Che possono dormire sonni tranquilli, a sentire la senatrice del PD Pezzopane».
«Lei e' tornata in Abruzzo per raccontare bugie», insistono i pentastellati: «sulla scia delle analoghe bugie raccontate in aula. E’ bugiarda perchè nessuna mozione presentata, se non in quella del senatore M5S Castaldi ed in una formulazione di quella di SEL (la senatrice Pezzopane aveva firmato una mozione poi ritirata) c'è una esplicita richiesta di revoca del provvedimento di accoglimento della VIA per Ombrina Mare».
«Noi», continuano i parlamentari, «chiediamo il blocco delle attività in corso e del rilascio di future autorizzazioni lei vota un odg che chiede di "prevedere la sospensione delle attività in zone di elevato rischio sismico, vulcanico, tettonico". La senatrice non riuscirà a bloccare o sospendere il pensiero degli abruzzesi che capiscono da soli che lei e' una autentica bugiarda politica».