TRASPORTO PUBBLICO

Trasporti: Gtm, si sblocca la vertenza

Ratificato accordo con la direzione della società

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1568

La sede della Gtm

La sede della Gtm




PESCARA. Con l’importante mediazione della Regione, è stato sottoscritto l’accordo che pone fine ad una lunghissima controversia che si protraeva da quasi un anno.
Revocato lo stato di agitazione del personale
E’ stato ratificato in settimana, presso gli uffici della Direzione della Gtm di Pescara, l’accordo con il quale si è sbloccata una lunghissima vertenza avviata quasi un anno fa dalle segreterie provinciali di Filt Cgil, Fit Cisl, Ugl autoferro e Faisa Cisal.
Risale infatti al 26 aprile 2013 l’apertura formale dello stato di agitazione di tutto il personale con la contestuale comunicazione al Prefetto di Pescara dell’avvio delle procedure di raffreddamento e conciliazione.
Da quel giorno si sono susseguiti ben due scioperi (16 dicembre 2013 e 5 febbraio 2014) e decine di incontri tra sindacati ed azienda, alcuni dei quali tenutisi in sedi di istituzionali senza che si riuscisse tuttavia a sbloccare la vertenza.
La svolta si è materializzata nei giorni scorsi «grazie anche alla preziosa funzione di mediazione esercitata dalla Direzione Trasporti della Regione Abruzzo», ammettomo i sindacati. Era presente, infatti, alla trattativa decisiva con l’avvocato Carla Mannetti, in qualità di rappresentante della proprietà dell’azienda regionale di trasporto. Il Cda rappresentato dal presidente Russo e dal vice presidente Marinucci, unitamente ai dirigenti aziendali, hanno formalmente assunto l’impegno di migliorare le relazioni industriali, principale causa della forte conflittualità con le maestranze e con le organizzazioni sindacali emersa negli ultimi anni.
«La Gtm», spiegano Filt Cgil, Fit Cisl, Faisa Cisal e Ugl Autoferro, «ha manifestato un’ampia disponibilità ad un rigoroso rispetto delle norme riguardanti la trasparenza amministrativa, al corretto utilizzo del personale idoneo alla guida e del personale inidoneo, nonché ad una maggiore attenzione alle norme attinenti la sicurezza in modo particolare per il personale addetto alla guida impegnato in turni di lavoro serali e notturni. Impegni sono stati assunti anche per favorire la fruizione di servizi igienici. Le positive condizioni economiche/finanziarie dell’azienda che consentiranno un presumibile utile di esercizio per l’anno 2013 – ottenuto peraltro in un contesto nel quale oltre il 40% delle imprese pubbliche del settore chiude i bilanci con forti perdite – consentiranno inoltre l’erogazione agli oltre 360 dipendenti aziendali di un premio sulla base dei positivi risultati ottenuti dalla Gtm in termini di migliore efficienza e competitività.
Positivo per i lavoratori anche l’accordo sulla detassazione di elementi della retribuzione in grado di determinare «interessanti benefici di natura fiscale in busta paga». Nei prossimi giorni l’accordo sarà oggetto di illustrazione in un’apposita assemblea con i lavoratori. Formalizzata, dunque, la revoca dello stato di agitazione.