POLITICA

Riforme: Di Pietro, «sì ad unione di Abruzzo e Molise»

Sulle regionali abruzzesi: «accettiamo vittoria di D’Alfonso alle primarie»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2649

Riforme: Di Pietro, «sì ad unione di Abruzzo e Molise»




CAMPOBASSO. Torna all'attualità l'aggregazione tra piccole regioni e il presidente onorario dell'Idv, Antonio Di Pietro vede di buon occhio il ritorno alla macro regione Abruzzo-Molise.
«Il Molise - ha detto l'ex pm - può aggregarsi solo con quelle realtà che sono affini nella cultura e nella storia. Personalmente - ha spiegato Di Pietro - ho sempre difeso ed esaltato la mia regione, ma devo ammettere che, quando si è piccoli, si ha poca forza. Una volta eravamo Abruzzo e Molise insieme e ci dividemmo perchè non si mettevano d'accordo su chi doveva governare. Raddoppiando i posti delle poltrone, però- ha aggiunto Di Pietro - abbiamo dimezzato il peso delle istituzioni. Per questo, io sono dell'avviso che il Molise può aggregarsi con quelle realtà affini».
Le dichiarazioni dell’esponente dell’Italia dei Valori sono arrivate a poche ore da quelle del parlamentare del Pd, Dario Ginefra, secondo cui regioni piccole come Molise, Basilicata e Valle D'Aosta «non hanno senso».
Sul nodo delle prossime elezioni Di Pietro ha spiegato che «l’Italia dei Valori è una formazione politica che sta cercando di ricostruire una colazione di area riformista, ma non come quella che sta al governo adesso in Italia, mezza di destra e mezza di sinistra e non si capisce niente. Anche in Abruzzo per le Regionali, così come in Molise per le Comunali di Campobasso e Termoli, abbiamo partecipato alla costruzione di una coalizione di centrosinistra e, anzi, abbiamo fatto di più, abbiamo cercato anche di proporre nostri candidati».
In Abruzzo il partito ha candidato Alfonso Mascitelli battuto però dal candidato del Partito Democratico, Luciano D’Alfonso. «Rispetteremo la volontà degli elettori di centrosinistra», ha detto l’ex magistrato. «Chiediamo il voto agli elettori all'Italia dei Valori in Abruzzo, così come anche a Campobasso, a Termoli e negli altri comuni dove si vota perché stiamo cercando di mettere nelle istituzioni persone qualificate, competenti, dalle mani pulite».