I GIOCHI NON SI INSABBIANO

Abruzzo. Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia 2015 a Pescara: si ricomincia

Di nuovo in moto la macchina organizzativa per l’ennesimo “grande evento”

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4768

Abruzzo. Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia 2015 a Pescara: si ricomincia

Il gruppo oggi a Roma



PESCARA. La prima edizione dei Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia, previsti per fine agosto 2015, si svolgerà a Pescara: presidente onorario del Comitato istituzionale dei Beach Games sarà l’onorevole Mario Pescante, come preannunciato nei giorni scorsi.
Il prossimo 3 aprile un gruppo di lavoro ristretto del Comitato dei Giochi del Mediterraneo, con la presenza probabile di Amar Addadi, sarà a Pescara per effettuare un primo sopralluogo sugli impianti sportivi che accoglieranno la manifestazione sportiva internazionale e per porre le basi per la fase attuativa dell’evento.
Dunque dopo i timori delle scorse settimane e il comunicato ufficiale del Coni che aveva messo in allarme la città tutto si è risolto.
«Di fatto la macchina organizzativa dei Giochi è ufficialmente partita», gongola proprio come nel 2009 il sindaco Luigi Albore Mascia, che come molti altri si è battuto oggi come allora per avere i giochi a Pescara.
Si tratta di una edizione molto più ridotta di quella del 2009 che è piaciuta a destra come a sinistra se non altro per gli ingenti fondi pubblici piovuti non solo a Pescara e gestiti non con trasparenza esemplare.
Oggi il primo cittadino uscente di Pescara è stato a Roma dove ha incontrato i vertici del Coni per la prima riunione operativa. Presenti, tra gli altri, anche l’assessore comunale allo Sport Nicola Ricotta, il Presidente del Coni Giovanni Malagò, il Segretario generale Coni Roberto Fabbricini, il Segretario generale del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo Isidoros Kouvelos, e Davide Tizzano, membro italiano del Comitato dei Giochi.
La macchina organizzativa in realtà è stata avviata già nel mese di novembre 2013 quando è stata inviata alla Segreteria Generale del Coni la possibile composizione del ‘Comitato Esecutivo di Rappresentanza’, ossia l’Organismo temporaneo necessario per la fase di start-up dell’organizzazione destinato presto a lasciare il posto al vero e proprio Comitato Organizzatore, auspicandone a breve la prima convocazione presso gli Uffici del Coni. 

«Il vertice odierno è stato fondamentale per compiere un ulteriore passo decisivo in avanti», dice Mascia, «verso la fase organizzativa dell’evento, ossia abbiamo ricevuto il via libera dal Coni a rendere operativo il Comitato Istituzionale dei Giochi, affidandone la Presidenza onoraria all’onorevole Mario Pescante, la cui presenza e il cui sostegno saranno fondamentali nella fase preparatoria ed esecutiva, forti della sua esperienza in tale settore. Inoltre il prossimo 3 aprile un gruppo ristretto di lavoro del Comitato dei Giochi sarà a Pescara con i rappresentanti del Coni nazionale e regionale, con la stessa Regione Abruzzo, oltre, ovviamente, al Comune, per effettuare i necessari sopralluoghi di verifica presso le strutture sportive che ospiteranno la manifestazione internazionale, al fine di porre le basi per passare alla fase attuativa dei Beach Games che si svolgeranno nell’ultima settimana dell’agosto 2015».
Di fatto con gli europei di Basket del 2007, i giochi del 2009 e questi del 2015 si ripetono liturgie già viste e amministrate dallo stesso gruppo di persone che decide e dispone la macchina operativa, quella che non ha nulla a che vedere con lo sport.
I giochi venduti come volano per il turismo  ed il prestigio per l’Abruzzo nel mondo, si sono sempre risolti in poco più di una settimana di eventi dalla dubbia risonanza mediatica nel resto del mondo.

«Pescara – ha aggiunto il sindaco Albore Mascia – è pronta per quell’evento in cui sapremo dimostrare la stessa competenza, preparazione e professionalità emerse già in occasione dei Giochi del 2009».
Ma il 2015 è lontano e di mezzo ci saranno le elezioni…