VERSO IL VUOTO

Regionali, Ncd insiste: «sosteniamo Chiodi solo se Testa candidato a Pescara»

Domenica ennesimo incontro Pagano- Chiavaroli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2239

Regionali, Ncd insiste: «sosteniamo Chiodi solo se Testa candidato a Pescara»





ABRUZZO. Forza Italia non cambia posizione a proposito delle proprie candidature in vista delle elezioni in Abruzzo, e continua a proporre agli alleati di centrodestra i nomi di Gianni Chiodi alla Regione, Luigi Albore Mascia al Comune di Pescara e Maurizio Brucchi al Comune di Teramo, vale a dire tutti gli uscenti.
E' quanto deciso nel corso dell'incontro che si e' svolto ieri mattina a Roma tra il coordinatore regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, e il senatore Altero Matteoli.
«Sostanzialmente - ha detto Pagano all'Agi - si è deciso che Forza Italia indica agli alleati la chiusura su Chiodi a livello regionale, Mascia a Pescara e Brucchi a Teramo. Sabato mattina convocherò gli alleati per comunicare questa decisione e dopo di che sarà mia responsabilità cercare un accomodamento, un accordo intorno a queste figure».
Ma adesso bisognerà fare i conti con il Nuovo Centro Destra perché il nodo da sciogliere resta sempre la candidatura di Mascia bocciata dagli alfaniani che vogliono invece Guerino Testa. Questa battaglia va avanti ormai da settimane: le due posizioni sono irremovibili, non si fa nemmeno un minimo passo in avanti, stando almeno alle dichiarazioni pubbliche.

Nei giorni scorsi il presidente Renato Schifani, ha detto che il Nuovo Centro Destra è pronto a sottoscrivere il 'pacchetto Abruzzo', garantendo appoggio leale a tutti i candidati della coalizione, in Regione, a Teramo e a Montesilvano, con la richiesta di appoggiare la candidatura a sindaco di Pescara di Testa.
Questa posizione è stata ribadita ieri anche da Angelino Alfano: «il nostro partito è forte e se Forza Italia crede di fare l'asso piglia tutto finirà per non prendere niente. Non è possibile tutti i candidati siano di uno stesso partito. Noi a Pescara abbiamo un ottimo candidato che è Guerino Testa - ha puntualizzato Alfano - e pensiamo che bisogna essere molto concreti. Non è possibile che tutti i candidati siano dello stesso partito. E' indispensabile che la coalizione funzioni da coalizione. La coalizione non funziona in modo tale che si voti sempre il candidato degli altri».
Anche Gaetano Quagliariello è stato chiaro: : «non abbiamo problemi ad appoggiare il candidato proposto da Forza Italia alla regione, penso che non esista una candidatura più forte di quella di Chiodi ma ci aspettiamo che lo stesso criterio venga adottato a Pescara. Cioe' si vada tutti insieme a sostenere Guerino Testa, che gia' e' partito con la campagna elettorale».

«Su Pescara continuo ad essere ottimista – continua a ribadire Pagano - perché andare divisi sarebbe un atto di autolesionismo, un suicidio. Prima ho sentito la coordinatrice regionale del Nuovo Centrodestra, Federica Chiavaroli, e già domenica dovremmo vederci per discutere della questione».
Con l'incontro di ieri, dunque, è stato messo un punto fermo sulla Regione, su Pescara e su Teramo, mentre non si è parlato di altre città, come Montesilvano, Giulianova o Silvi. Per questi comuni il coordinatore ha preso «qualche giorno di tempo per approfondire meglio» e si è detto convinto che «già la prossima settimana se ne possa discutere di nuovo con la commissione del partito».